ANNO XVI Giugno 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 26 Giugno 2018 08:09

Entrate nel KUR di Dio per la via stretta

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa; quanto stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e quanto pochi sono quelli che la trovano!" 

-Entrate nel cuore di Dio per la via stretta- può essere l’indicazione riassuntiva del precetto pragmatico di Gesù, -chè la via praticata dalla maggioranza degli uomini è la via di Balaam di Bosòr vel buzzur, il demone delle miniere profonde, rimasto nella lettura biblica di Pietro nella sua seconda lettera (2, 2-15)-.

Ho cercato il senso del nome di Dio in Deo zum. de.u. L’ho trovato all’inizio del 2018:

http://www.tellusfolio.it/index.php?prec=%2Findex.php%3Flev%3D153&cmd=v&id=21784

Lo sto praticando con la sociologia del cuore, zum. KUR.

Sociologia del cuore.

 

Io sono Carlo Forin e vi parlo col cuore.

Cinquant’anni fa ero a Trento sociologia, nel cuore della contestazione.

Fa’ che il tuo cuore sia la mia custodia,

ove riponga tranquillo la mia fiducia, Signore (Salmo 16 ).

am.En: che venga il Signore, letto in zumero.

KURzum. è cor lat. cuore it.

*

Lunedì 25 giugno 2018. San Prospero stia con questo lavoro e lo renda utile.

*

Inizio alle 13,20: ‘Sociologia del cuore’.

Osservo inizio zum. in.izi.u: ‘corrente. fuoco. tutto’. Godo, zum. gu-du, nella nuvola, dugud.

Ma … il cuore esige il linguaggio semplice e rigetta la nuvola verbale difficile.

cuore o (roman. poet.) core [abl. lat. core nds.], quore [lat. di orig. indeuropea *sec. XII [no: da kwr-e, zum. importato dai barbari nds] (poet. troncato in cor).

Rigiro nel cuore, zum.:

e

n., speaking; prayer (cf., eg2).

v., to speak, say (suppletion class verb: e = sing. maru; plural hamtu form, dug4, also di); to do (as auxiliary verb preceded by a noun) (cf., eg2).

  Inter., a vocal expression: Hey! O!; Alas!; Eh, Ah.

Nel cuore ho Gesù. In zum. GE.SH.BU, ‘Albero (di) conoscenza’, BUN, ‘buona’. GESH.UB, ‘Albero. Cielo’. GESHU.BI, ‘-tutto quanto—bi è GESHU.

eg2, ek2, ig2, e

  n., levee (udienza, argine), embankement (arginamento), bund  [bundle, fascio in ingl., - <bund-le dai grafi bund-el; ted. bund, alleanza], dike; a broad earthen bank, which sometimes accomodated a short canal running between two ridges (rincalzi) along its top (cf., e) (a, e4, ‘water’, + ig, ‘door [open nds]) [EG2 archaic frequency].

  v., to water (cf., e). Halloran: 59.

Eg2 da leggere Ge. Come vedremo.

Vi ho presentato Gesù perché io, da solo, resterei nella nuvola (incompreso).

Farò come lo scriba di Osiride, consapevole di ‘scrivere sotto dettatura’.

La mia voce spinga la pace. In zum. uu.ki.e e pa.ki.e (cuoree (in) territoriopa Terraki).

Nel nome della santissima Maria, ebr. Myriam, zum.: ‘-che venga-am il camminori dello Spiritoim’.

Piccolissimo che spiega tantissimo.

ki.e3

  exit (‘place’ + ‘to go out’).

Mariya, ucraina, usa l’interlocuzione ciè. Io ve la propongo, come sopra, nella sua radice dura zumera. Spiega meglio di qualsiasi citazione letteraria dottissima. Io la propongo come esempio di un piccolissimo che spiega tantissimo.

Quali cose mi entusiasmano in ki.e3?

  1. Ki.e3 = uscita di parola ;
  2. Io, cultore di an.thar.ish, ‘connessionethar (di) cielo (e) terra’, mi piego questa volta all’uso del numero deponente 3 che chiarisce ‘uscita’ posto dopo ki = terra, luogo etc.; e = cuore è il più vicino col battito, tipo punto-linea Morse;
  3. Linguisticamente, numerosissimi esempi comprovano il passaggio da una pronuncia antica ‘dura’ a moderna ‘dolce’, anche dal latino all’italiano, da k a c;
  4. Ho abborracciato migliaia di accomodamenti insoddisfacienti prima di riconoscere questa ovvietà che esalta l’approccio interdisciplinare;
  5. La diade ki.e = uscita di parola fa superare i problemi degli archetipi diversi: l’antico DA DUE UNO sposa il DA UNO DUE moderno;
  6. Archeologia e linguaggio di Colin Renfrew (1999) è totalmente obsoleto. Archeologia nel linguaggio è viva. C. Renfrew ha costruito un monumento ideologico che nega migrazioni significative dall’inizio dell’età agricola (10.000 anni fa): come spiega l’interlocuzione ukraina ciè? L’archeologia nel linguaggio seppellisce un oceano di archeologhi della pietra (Klaus Schmidt ad esempio) e semiologhi (De Saussure)…;
Read 751 times

Utenti Online

Abbiamo 985 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine