ANNO XII  Novembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 30 Giugno 2018 00:33

Maria Corina Machado: “Presidente Maduro, lo voglio fuori da Miraflores, ma vivo, perchè deve rispondere alla giustizia venezuelana”

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Maria Corina Machado leader dell'opposizione venezuelana Maria Corina Machado leader dell'opposizione venezuelana

La leader di "Vente Venezuela" ha smentito le accuse mosse dal presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, e sottolineato il desiderio di consegnare il capo dello Stato alla Giustizia perché possa essere giudicato e castigato

Caracas (Venezuela)  – “E’ vero, lo voglio fuori da Miraflores, ma vivo. Voglio che paghi per il danno fatto ai venezuelani e al Paese. Quando lei abbandonerà l’incarico, sarò la prima a preoccuparmi affinché non le accada nulla e si possa fare giustizia”. Maria Corina Machado ha smentito le accuse mosse dal presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, e sottolineato il desiderio di consegnare il capo dello Stato alla Giustizia perché possa essere giudicato e castigato.

– Non è la prima volta che il governo muove certe accuse nei miei confronti – sostiene la coordinatrice di Vente Venezuela -. Quattro anni fa il Tenente Colonnello Josè Gustavo Arocha fu arrestato e torturato. Fu obbligato a dichiarare contro di me.

Per Maria Corina Machado tutto è possibile, “chiunque può essere arrestato” – Non c’è il rispetto allo stato di diritto – ha detto. Ha quindi assicurato che, sebbene abbia ricevuto minacce, non è a conoscenza di un mandato di cattura.

Apparentemente, Maria Corina Machado sarebbe implicata in un piano di assassinato del capo dello Stato sventato dai servizi segreti e che avrebbe portato all’arresto di 23 militari.

– Voglio chiarire che ho letto il documento al quale si fa riferimento – ha detto la “pasionaria” venezolana -. Nego aver avuto contatti con i militari ai quali si fa riferimento.

In difesa di Maria Corina Machado un ampio fronte internazionale

Il ministro degli Esteri del Canada Chrystia Freeland, ha espresso la sua solidarietà e preocupazione in un Twitter:

"Gli sforzi per intimidire i membri dell'opposizione democratica come María Corina Machado sono la strategia di un regime di persecuzione politica", afferma la cancelleria canadese nel social network.

"La tua sicurezza e libertà devono essere garantite", conclude.

Il senatore nordamericano Marco Rubio, sempre attento a quanto accade nel Venezuela, ha avvertito il presidente Maduro sulle conseguenze che avrebbe l’arresto della leader di Vente Venezuela.  E ha espresso preoccupazione per gli sforzi del governo per implicarla in un complotto.

Nella edizione in lingua spagnola di Agorà Magazine pubblichiamo integralmente il comunicato della leader dell'opposizione venezuelana Maria Corina Machado ed il video che ci ha inviato, il video lo pubblichiamo anche nell'edizione italiana a seguire. Maria Corina Machado nella scorsa legislatura era la deputata più votata del Venezuela, è stata violentemente aggredita nellìemiciclo del Parlamento durante una seduta, picchiata selvaggiamente da deputati chavisti riportando frattura del naso e vari traumi. Per la sua attività di oppositore è stata destituita da parlamentare e inibita dai pubblici uffici, e non può lasciare il Venezuela, rea per il regime di Maduro di aver partecipato ad una seduta dell'OSA Organizzazione degli Stati Americani dove nel suo intervento denunciava gli arresti di oppositori a Maduro e le violenze della repressione di pacifiche manifestazioni anti Maduro e la sistematica uccisione di oltre 140 oppositori.

 

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 989 times Last modified on Sabato, 30 Giugno 2018 02:19

Le Vignette di Paolo Piccione

Sputare in faccia qualcuno non è più reato

 

Utenti Online

Abbiamo 1273 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa