ANNO XIV Febbraio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 19 Agosto 2018 08:45

Mentre i genitori guardano lo smartphone, i figli annegano

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Come riporta "The Guardian", quest'estate in Germania ci sono stati oltre 300 incidenti in piscina, molti determinati dalla distrazione per il cellulare

 La salvaguardia dei bambini nelle piscine passa anche dalla distrazione di genitori e nonni nei loro confronti, legata, come ormai è noto alla presenza nella nostra vita degli smartphone.

In Cina, a Chongging, hanno addirittura costruito una corsia per chi non riesce a distrarsi dallo schermo del proprio cellulare nemmeno quando cammina per strada; corsie per smartphone dipendenti le hanno chiamate.

Ma finché la pelle è la nostra tutto sommato siamo liberi di avventurarci nel traffico rischiando la vita solo per un commento in più, ma se la nostra scarsa attenzione mettesse a repentaglio la vita dei nostri figli? È quello che stanno denunciando i bagnini tedeschi questa estate. Pare che in Germania infatti un numero sempre crescente di incidenti in piscina sia dovuto alla distrazione dei genitori nei confronti di bambini abbandonati a mollo in acqua mentre loro con lo smartphone inseguono l’ennesima star di Instagram.

Numeri allarmanti

E i numeri non farebbero per niente ridere, circa 300 bambini soltanto questa estate, molti di questi morti. Sull’argomento, come riporta The Guardian è intervenuta anche La German Lifeguard Association (DLRG), la più grande organizzazione al mondo di bagnini volontari, ne offre 40.000 ogni anno a spiagge e laghi tedeschi, che ha stilato un rapporto su tutti i casi di annegamenti di bambini causati da genitori distratti con i loro cellulari e, come visto, il risultato che ne consegue è imbarazzante.

Il loro portavoce Achim Wiese, lancia un appello diretto e disperato: "Troppi pochi genitori e nonni stanno ascoltando il consiglio: quando i tuoi figli e nipoti sono nell'acqua, metti via lo smartphone". Rincara la dose Peter Harzheim della federazione tedesca dei supervisori di piscine: "Stiamo vivendo quotidianamente il fatto che le persone trattano le piscine come asili e semplicemente non prestano attenzione. In passato, genitori e nonni trascorrevano più tempo con i loro figli in piscina. Ma un numero crescente di genitori è fissato con i loro smartphone e non guarda né a destra né a sinistra, né tanto meno prestando attenzione ai propri figli. È triste che i genitori siano così negligenti".

Sotto accusa anche il sistema scolastico tedesco che non preparerebbe adeguatamente i loro ragazzi alle insidie del nuoto, ma resta il fatto che in Germania gli annegamenti siano troppi e la scarsa attenzione dei genitori ne sia una causa decisamente evitabile. (agi gabriele fazio)

Read 898 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1062 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa