ANNO XIII  Marzo 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 06 Gennaio 2019 14:28

Venezuela, il Parlamento dichiara "illegittima" la presidenza Maduro Il nuovo mandato inizia il 10 gennaio

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Caracas (Venezuela) - L'Assemblea nazionale del Venezuela, controllata dall'opposizione, ha dichiarato illegittima la presidenza di Nicolas Maduro, che si prepara a iniziare il secondo mandato. "Riaffermiamo l'illegittimità di Maduro", ha dichiarato il presidente dell'Assemblea Juan Guaido, giurando all'inizio della nuova sessione legislativa.
"Il 10 gennaio usurperà la presidenza e di conseguenza questa Assemblea è l'unico rappresentante legittimo del popolo", ha aggiunto. La presa di posizione ha un valore puramente simbolico.
 
Dal 2016 la Corte Suprema, ritenuta vicina all'esecutivo, ha dichiarato nulle tutte le decisioni adottate dal Parlamento. In precedenza i Paesi americani che si riconoscono nel Gruppo di Lima, a eccezione del Messico, avevano fatto sapere che non avrebbero riconosciuto il nuovo governo del presidente venezuelano, Nicolas Maduro, perché lo considerano il frutto di elezioni illegittime, quelle svolte nel maggio scorso.
 
La dichiarazione è stata firmata a Lima dove erano presenti i governi di Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Guyana, Honduras, Panama, Paraguay, Perù e Santa Lucia. L'unico Paese del blocco a sfilarsi è stato il Messico.
 
Il Gruppo di Lima ha esortato Maduro a rispettare le prerogative dell'Assemblea nazionale e a trasferirgli, in via provvisoria, il potere l'esecutivo fino a quando non si terranno nuove elezioni presidenziali democratiche.
 

Presidente Assemblea: dal 10 gennaio Maduro 'usurpatore' Juan Guaidó, neoeletto presidente dell'Assemblea nazionale che si oppone al governo di Maduro, ha dichiarato oggi a Caracas che, a partire dal 10 gennaio, quando il capo dello Stato giurerà per un secondo mandato, il Venezuela si troverà con "una presidenza usurpata". In un discorso subito dopo la sua elezione, Guaidó, che appartiene al partito Voluntad Popular dell'oppositore radicale Leopoldo López, ha sostenuto che a partire da quella data l'organo legislativo assumerà la rappresentanza del popolo e lavorerà per generare una transizione politica e cercare di ristabilire un ordine costituzionale. Insistendo sul suo concetto il nuovo presidente dell'Assemblea ha ribadito che "a partire dal 10 gennaio ci troveremo con una presidenza usurpata, non vacante. Siamo in una dittatura e dipende da tutti i venezuelani, dalle Forze armate, uscire da questa". (Rai News)

Read 533 times Last modified on Domenica, 06 Gennaio 2019 14:56

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1126 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa