ANNO XIII  Agosto 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 19 Maggio 2019 10:03

Migranti: la Sea Watch attende "istruzioni" Ong e Onu premono su Roma.

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'Alto commissariato per i diritti umani ha scritto una lettera al governo italiano in cui critica le direttive emanate dal ministero dell'Interno per vietare l'accesso delle navi Ong ai porti italiani e chiede di interrompere l'iter del decreto sicurezza bis perché "viola i diritti dei migranti"

 In rada a Lampedusa, la Sea Watch apre una domenica di confronto duro all'interno del governo italiano. La ong tedesca ha segnalato ieri uno "stato di emergenza" a bordo, e attende "istruzioni" dal governo italiano, che sembra, invece, paralizzato da un nuovo braccio di ferro tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio a una settimana da cruciali elezioni europee.

Ieri in serata era stato il capo dei Cinque Stelle a sottolineare di voler far riferimento "su questo" al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che ha dovuto registrare, invece, la reazione irritata del ministro dell'Interno: "Mi auguro che nessuno mi dica cosa fare - ha affermato Salvini - visto che ho dimostrato che l'immigrazione può essere gestita positivamente. Se qualcuno mi chiamasse e mi dicesse 'falli sbarcare', io dico 'no'" Anche se fosse Conte? "Ma perché? Non vedo il motivo per cui dovremmo aiutare degli scafisti. Questi non sono soccorritori, sono aiutanti dei trafficanti degli esseri umani".

Su Roma, intanto, preme l'Onu, il cui Alto commissariato per i diritti umani ha scritto una lettera al governo italiano in cui critica le direttive emanate dal ministero dell'Interno per vietare l'accesso delle navi Ong ai porti italiani e chiede di interrompere l'iter del decreto sicurezza bis perché "viola i diritti dei migranti".

Secondo la missiva indirizzata al ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi - e trasmessa anche al ministero dell'Interno "la direttiva può incidere in maniera grave sui diritti dei migranti, compresi i richiedenti asilo e le vittime - o potenziali - di detenzione arbitraria, tortura, traffico di essere umani e altre gravi violazioni dei diritti umani".

Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero Milanesi, ha confermato di aver ricevuto dalla Rappresentanza permanente presso le Nazioni Unite a Ginevra la lettera, che "è stata trasmessa anche al ministero dell'Interno e, naturalmente, riceverà da parte del Governo la dovuta attenzione, in coerenza con il tradizionale rispetto degli impegni internazionali e dell'assoluta tutela dei diritti umani", spiega ancora la Farnesina. 

 
Read 442 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 991 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa