ANNO XIII Ottobre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 09 Luglio 2019 06:18

Pulsano (Taranto) - Il consigliere Angelo Di Lena insiste sulla proposta nuovi alberi in paese per migliorare la vivibilità

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In questa estate torrida con il calore che si alza dagli asfalti arroventati fin dentro le nostre auto lasciate a friggere al sole ci si accorge che qualcosa si potrebbe fare per migliorare la nostra vita. 

E’ una proposta insolita, ma comunque sensata quella del consigliere Angelo DI Lena

“ Il nostro paese non offre giusto riparo a chi viene da fuori. Passeggiare per le nostre vie rappresenta una impresa in giornate così calde ed in zone con poca ombra. 

Penso ai tanti anziani, a chi cerca riparo e refrigerio, nelle poche zone verdi attrezzate… quando ci sono. 

La verità è che le aree urbane soffrono, più di ogni altro territorio, dell’aumento di temperature per la carenza di alberi e vegetazione.

“Isola di calore urbana”, così viene chiamato il fenomeno che provoca un microclima più caldo all’interno delle aree urbane, rispetto alle circostanti zone periferiche e rurali. 

 Un fenomeno che è determinato da una serie di concause, in interazione tra loro, la diffusa cementificazione, le superfici asfaltate che prevalgono nettamente rispetto alle aree verdi, le emissioni degli autoveicoli, degli impianti industriali e dei sistemi di riscaldamento e di aria condizionata ad uso domestico.

L’aria nelle aree urbanizzate viene frenata dalle mura perimetrali degli edifici e il vento non riesce a penetrare nelle strade con la stessa intensità che ha negli spazi aperti. 

Si riducono, notevolmente, gli effetti eolici di aria al suolo e il relativo effetto refrigerante durante la stagione estiva.

Per ridurre l’effetto dell’isola di calore non servono grandi progetti né forti investimenti; basterebbe, semplicemente, incrementare il numero di alberi e di aree verdi in paese creando zone ombreggiate che possono essere più fresche di 7-8°C rispetto a quelle completamente soleggiate.

Occorre riflettere su questo: piantare più alberi ovunque abbassando la temperatura nei centri urbani contribuirebbe alla riduzione dei bisogni di aria condizionata, che si tradurrebbe in minori costi e soprattutto meno emissioni nocive in atmosfera.

Inoltre, creerebbe un ambiente più bello ed accogliente per i cittadini ed i turisti.

Per questi motivi intendo insistere sulla proposta fatta già alcuni mesi fa dal sottoscritto e presa in carico dal Consigliere delegato nella programmazione progettuale del Comune predisponendo una interrogazione  chiedendone i tempi certi con lo scopo di favorire la piantumazione di alberi nelle vie che ne sono prive e negli spazi verdi. Gli alberi miglioreranno la nostra vita abbassando le temperature oltre a farci respirare.”

Read 305 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1178 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa