ANNO XIII Settembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 25 Luglio 2019 17:34

Carosino (Taranto) - Il Castello (di bugie) frana

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Centro-sinistra di Carosino risponde al comunicato stampa del gruppo " Carosino Adesso ", in ordine alle interpellanze presentate e riscontrate nel Consiglio comunale del 17 luglio u.s.

Le spicciole considerazioni contenute in tale comunicato servono solo a deviare l'attenzione dei cittadini dalle reali questioni.

E‘ necessario chiarire che il Peg ( Piano Esecutivo di Gestione ) non è lo strumento attraverso il quale il singolo amministratore di maggioranza, bypassando giunta e consiglio, decide, organizza e paga eventi decisi il giorno prima per il giorno dopo, ma è strumento di programmazione amministrativa.

Da ciò il dubbio sulla legittimità di atti, a firma del solo sindaco con costi a carico dell‘Ente, che trasformano un evento di alto valore istituzionale in una festicciola di piazza a sostegno del gruppo che ha vinto le elezioni. Cosa che inoltre, aggiungiamo, appare quanto mai inopportuna.

Per quanto riguarda l'apertura giornaliera del castello, l'Amministrazione Di Cillo ha omesso di fornire risposte puntuali alle domande poste in modo preciso dalla minoranza di centro-sinistra.

Il sindaco ha preferito parlare alla pancia dei cittadini, con risposte che rappresentano un’offesa all’intelligenza degli stessi.

Che i beni comuni siano dei cittadini è una verità assoluta che noi per primi e da sempre proclamiamo. Ma è altrettanto vero che la loro fruizione deve avvenire senza il rischio di rappresentare un pericolo per i cittadini.

E' notorio che una parte del castello sia assolutamente inagibile e, ciò nonostante, facilmente accessibile da una delle scale presenti nell'atrio. Il problema sollevato è relativo proprio a questo fondamentale aspetto.

Ridicolo appare il tentativo di Carosino Adesso di giustificare l'azzardo dell'Amministrazione con la volontà di rendere attrattivo e fruibile l'atrio del castello. Tale scopo non si consegue solo aprendolo. Ben altre sono le cose da fare per ottenere tale risultato, come fatto dall‘Amministrazione uscente che aveva partecipato ad un bando pubblico, ricevendo un finanziamento di 100 mila euro, e redigendo un progetto già esecutivo, per la sistemazione del giardino.

Vogliamo aggiungere che l'Amministrazione uscente ha sempre avuto un‘attenzione particolare per gli anziani con l'organizzazione di eventi sociali, come la tombolata in periodo natalizio, i corsi gratuiti di ginnastica, i soggiorni climatici, tanto per fare un esempio. Eventi ben più rilevanti di una semplice apertura di uno spazio.

Forse ai cittadini ciò non è bastato e ne prendiamo atto, nella speranza che l’Amministrazione Di Cillo sappia fare di più, ma senza mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini.

Vogliamo infine evidenziare i legittimi dubbi sorti di fronte al ritiro da parte dell‘Amministrazione Di Cillo di due punti all’ordine del giorno del Consiglio Comunale. L’assenza di un consigliere, utilizzata come scusa, potrebbe nascondere un fronte non proprio compatto.

Giova sottolineare e ricordare all’attuale Amministrazione che il gruppo politico del Centro-sinistra ha il diritto di avanzare richieste di chiarimenti all'Amministrazione, seppure rappresenti la minoranza numerica del paese. L’arroganza non dovrebbe appartenere a chi legittimamente è stato chiamato ad amministrare una comunità.

Read 907 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1026 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa