ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 05 Agosto 2019 05:28

L’aeroporto di Taranto – Grottaglie finalmente diventerà ciò’ che gli compete, Aeroporto di interesse Nazionale!

Written by 
Rate this item
(0 votes)

In merito alla conferenza stampa tenutasi il 3 agosto presso  la Sala Specchi del Comune di Taranto, tenuta per annunciare il PIANO DI SVILUPPO AEROPORTUALE 2030, dove tale piano definisce e pianifica tutti gli interventi all’orizzonte temporale  dell’anno 2030 in coerenza con:

  • Il Piano Nazionale degli Aeroporti, che ha classificato lo scalo di Taranto – Grottaglie come “ Aeroporto d’interesse Nazionale”;
  • La Disposizione del D.G. di ENAC (n° 20 del 14 luglio 2014), che ha qualificato l’aeroporto di Taranto – Grottaglie come idoneo a svolgere, oltre le attività di traffici commerciali passeggeri, anche quelle connesse alla definizione di “piattaforma logistica per le attività di sviluppo, ricerca e sperimentazione di prodotti aeronautici”;
  • Il quadro degli interventi previsti dal Piano Regionale dei Trasporti;
  • L’Atto d’indirizzo (n° 250 del 9 maggio 2018) del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti che ha individuato Taranto – Grottaglie quale Spazio Porto nazionale per le esigenze dei voli commerciali suborbitali.

A mente fresca, al contrario di molti che credono che sia l’ennesima presa per i fondelli, sarò forse una voce isolata credendo che sia la volta buona per ciò è stato presentato, l’inizio di un progetto che andrà a buon fine nei prossimi anni per tutto il territorio della provincia di Taranto. Essendo fiducioso, possa essere ciò che ho sempre affermato, un aeroporto interregionale al servizio delle province esposte al mar Jonio (Puglia, Basilicata e Calabria), per il trasporto passeggeri che alle merci, quest’ultimo, finalmente da utilizzare, sfruttando la pista più lunga dell’Italia meridionale, con aerei di grande dimensione (come già avviene con il trasporto delle fusoliere prodotte in Leonardo e trasportate in America). Lo scenario di progressiva crescita della movimentazione  persone e merci, arricchisce la Puglia e non solo, inoltre è coerente per ciò che è stato affermato da persone competenti, dove spiegano che il traffico aereo nei prossimi anni, raddoppierà tanto, sia a livello nazionale sia internazionale. Si presume che si passi dagli attuali 160 milioni di passeggeri fino e oltre 310 milioni di passeggeri. Quale occasione migliore possa essere questa per migliorare un servizio che renderebbe la stessa Puglia, un esempio di eccellenza. E’ noto che, nell’ambito dei sistemi integrati delle reti dei trasporti, lo scalo aeroportuale rappresenta oggi il nodo più avanzato e rapido per lo spostamento di persone e per la movimentazione di merci, ciò porterebbe per la provincia di Taranto e la stessa Puglia per qualsiasi operatore turistico, commerciale e culturale, a usufruire di un territorio ricchissimo di beni storico-culturali, paesaggistici, archeologici, dove ha un aeroporto libero dalle sue adiacenze da costruzioni, edifici e manufatti edili, collegato al centro dell’arco jonico di Puglia, Basilicata e Calabria. Ora mi rivolgo ai rappresentanti politici regionali, Enac e parlamentari, Vi chiedo di smetterla con le vocazioni, NON ESISTE AL MONDO UN AEROPORTO CHE ABBIA LE VOCAZIONI.

 

Pertanto, siate giusti nell’iniziare a trattarlo per quello che è, un aeroporto civile di INTERESSE NAZIONALE, dove può svolgere le sue normali funzioni per passeggeri (LINEA – CHARTER) e MERCI (CARGO). Infatti, mi duole dirlo ma devo sottolinearlo per onestà e giustezza , rivolgendomi al nostro Sindaco Melucci, di far apportare le giuste modifiche al dossier della Candidatura di Taranto ai giochi del Mediterraneo 2025, nel documento di presentazione, abbiamo notato delle singolarità che non appartengono solo al mondo dei trasporti, da cui noi iniziamo. Nel PARAGRAFO 7 (SETTE) DEL DOSSIER, TRASPORTI E LOGISTICA, si evidenzia per l’occasione e come il solito, ASSET non perde l’occasione per evidenziare la FUNZIONE CARGO per l’aeroporto di Taranto - Grottaglie, anche se concede per l’occasione i VOLI CHARTER (bontà vostra). I veri aeroporti, stando sempre al 7° articolo o paragrafo del dossier, sono Bari e Brindisi che faranno da sostegno!!! Ad un Comitato internazionale non interessa se la funzione è Cargo, ma semplicemente se hai l’aeroporto civile, per turisti e atleti.   . E’ auspicabile che la manifestazione dovrà servire a rilanciare la città di Taranto e le sue infrastrutture e quindi l’aeroporto dovrà essere di riferimento. Infine, Nel documento NON notiamo particolare riferimenti alla METROPOLITANA LEGGERA A TARANTO, nonostante sia nel PATTO PER LA PUGLIA.

Read 457 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1238 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa