ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 30 Settembre 2019 16:36

A Taranto Dementia Friendly Community, Bari, Napoli e Bologna al convegno di Falanthra

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Torniamo a parlare del convegno di Sabato organizzato da Falantrha ODV perché un articolo - quello di ieri mattina - non può esaurire la mole di emozioni, significati, contributi e soprattutto per dare spazio a quelle battagliere – cosi le avevo indicate nel resoconto di ieri - della Dementia Friendly Community.

Lo facciamo come promemoria per noi e per il Comune di Taranto che si è impegnato a fare questo percorso con l'associazione Falantrha.

Alzheimer Italia Bari

Katia Pinto nel suo intervento ha parlato di Bari e delle iniziative fatte con il Comune che ha aderito al percorso Dementia Friendly Community, con iniziative nelle scuole di informazione e sensibilizzazione, con la diffusione di un volantino sui segnali premonitori dell’Alzheimer. Volantini che sono stati offerti anche nelle farmacie. Primi passi per concretizzare l’approccio gentile verso questa malattia. Nel loro sito ci sono i progetti passati, presenti e futuri .

Un’attività costante dell’associazione “Alzheimer Italia Bari” è la formazione rivolta sia ai familiari che agli operatori volontari; a questa si aggiungono le feste, i pranzi e le cene sociali tipiche di queste aggregazioni socio-sanitarie.

Associazione Amnesia - Napoli

Diamo spazio ora alla Dott.ssa Patrizia Bruno di Villaricca, comune di 30 mila abitanti nell’area metropolitana di Napoli che gestisce una Casa Alzheimer sottratta alla mafia. Un ottimo incontro tra Comune e associazione che nel 2017 fa nascere questa casa a disposizione delle famiglie con una serie di ambienti che ripetono la location domestica con i suoi colori, le piante. Anche questa casa è aperta a tutti, ai volontari, agli enti. Con questi ultimi, come prevede il protocollo “messo a punto in Gran Bretagna dall’Alzheimer’s Society, pioniera dell’organizzazione di Dementia Friendly Community in Europa” Si è costituito un tavolo promotore che ospita di volta in volta tutti gli enti disponibili a collaborare. Che poi è il percorso che anche a Taranto andrà sviluppato. Nel suo intervento Patrizia Bruno, con la foga della donna coraggio, ha messo in luce la sua esperienza militante di una sanità pubblica – è dirigente medico dell’Unità di Valutazione Alzheimer di Napoli – che esce dal palazzo e vive fra le persone interessate.

Giovani nel tempo – Bologna

Quella di Bologna, presentata da Laura Guidi, una commercialista che aderisce al progetto sociale partendo dai conti dell’anima, da una sua esperienza personale di caregiver di sua madre, che prima di perdersi le ha chiesto di impegnarsi per gli altri è una associazione impegnata sull'Alzheimer.

Sabato, nella suggestiva sala convegni del Castello Aragonese, l’associazione ha presentato quest’esperienza di giochi da tavolo sulla memoria e la Rosmarina un’agenda che è stata realizzata per aiutare a "prenderti cura della tua memoria e di quella dei tuoi cari, uno strumento utile per chi ha problemi di memoria.” Quest’ultima esperienza è stata premiata a Berlino alla Conference Alzheimer Europe.

Si chiude settembre 2019 con questa informazione su temi che erano il cuore pulsante del convegno di sabato 28 di Falantrha Alzheimer Più e sul quale ieri abbiamo scritto il resoconto. Non potevamo perderci la grinta giovanile delle esperienze sul campo quelle danno il senso della vita, il risvolto gentile, tutti ingredienti di un diverso approccio della sanità, che ha in cura le persone e non i malati. Chapeau!

Read 566 times Last modified on Lunedì, 30 Settembre 2019 17:41

Utenti Online

Abbiamo 1156 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine