ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 05 Ottobre 2019 02:20

Taranto (Pulsano) - Il voltafaccia politico di Angelo Di Lena, secondo alcuni, lui risponde

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'adesione alla Lega da parte del consigliere Di Lena e la sua contestuale nomina a membro del coordinamento provinciale del partito ha scatenato a Pulsano l’attacco delle opposizioni, specie dopo la successiva adesione di alcuni membri della maggioranza al partito di Salvini.

“Ritengo personalmente questi attacchi ingiustificati.

Il mio ingresso nel partito di Salvini è anteriore a quello di alcuni rappresentanti della maggioranza.

Pertanto le accuse di appiattimento e di complicità con il governo locale sono pura fantasia.

La realtà, del resto, è sotto gli occhi di tutti.

In questi anni l'unico che ha portato avanti una vera opposizione a Pulsano è stato il sottoscritto.

Guardate i dati, ovvero il numero delle mozioni, interrogazioni e interpellanze da me proposte, per comprendere quanto lavoro è stato fatto per il bene di questo paese dal sottoscritto con una opposizione costruttiva e propositiva e, quando necessario, con una azione di denuncia delle inefficienze della macchina amministrativa.

Chi mi accusa in questi anni ha prodotto ed ottenuto ben poco a vantaggio dei pulsanesi e non si è mai visto nelle strade a fianco dei più deboli, dei disoccupati, dei tantissimi giovani del paese.

La mia è stata una azione costante, mirata al miglioramento delle condizioni di vita del paese, una azione portata avanti sempre con nuove elaborate proposte, anche nell'ultimo consiglio comunale dove ho prodotto una serie di interpellanze a vantaggio della cittadinanza.

E’ un dato di fatto che il mio lavoro è stato apprezzato, oltre che dai cittadini di Pulsano, anche dalla maggioranza la quale riconoscendo spesso e volentieri la validità delle mie idee per il miglioramento della vita del paese ha disposto provvedimenti importanti come quelli per la costituzione della consulta per i disabili , come i criteri di selezione degli scrutatori fra i disoccupati e tanti altri.

Così come è un dato di fatto che molte delle mie proposte sono state completamente snobbate dalla opposizione, malgrado a vantaggio delle categorie più deboli, dei disoccupati, dei giovani proprio da quei rappresentanti che oggi mi accusano di collusione con la maggioranza per il semplice fatto di aver aderito al partito della Lega, sebbene la mia adesione sia, come detto all’inizio, antecedente a quella dei membri della maggioranza.

L’adesione di molti membri della maggioranza al partito di Salvini di cui sono uno dei componenti del coordinamento provinciale è un fatto positivo per il partito.

Si tratta di una adesione come la mia alle linee programmatiche nazionali.

La Lega è, di fatto, oggi l’unico vero baluardo contro lo scempio del governo delle tasse, PD – Cinque Stelle e LEU i cui effetti nefasti sono sotto gli occhi di tutti.

Sul piano locale contro i denigratori che puntualizzano il mio passaggio politico dalla sinistra alla destra faccio presente che la mia lista civica di appartenenza “Pulsano Adesso” è una lista di centro destra, quand’anche alla opposizione.

Quanto alle mie origini politiche di tanti anni fa non rinnego la mia adesione iniziale alla sinistra, partito nel quale avevo da giovane intravisto erroneamente un progetto politico a favore del popolo.

Ma mi sono ricreduto.

Del resto lo vedete anche voi come la sinistra oggi rappresenta le banche ed i poteri forti, sia a livello nazionale che locale, ed ha tradito il vero programma politico per cui era nata e le sue tradizioni.

Sento parlare in questi giorni di conflitto di interessi, di inciuci.

Niente di più falso.

La verità è che per il futuro io ho intenzione di portare avanti il progetto politico per il quale sono stato eletto in paese, nel rispetto del mandato conferitomi, visto l’appoggio di gran parte dei miei cittadini, anche se è noto che “Pulsano Adesso” necessita di una ristrutturazione interna dopo aver perso il suo candidato Sindaco, andato a fare l’assessore a Taranto.

Quanto al presunto conflitto di interessi faccio presente che attualmente nella maggioranza ci sono rappresentanti della sinistra che, al contempo, è oggi alla opposizione e, nessuno ha mai parlato di conflitti di interessi.

Nel mio caso, invece, si solleva il problema.

Chissà perché?

In merito ai rapporti con la maggioranza la politica è, da sempre, condivisione di idee e di programmi.

Al di là dei riconoscimenti e della approvazione di alcune mie proposte da parte della maggioranza, allo stato attuale, non ci sono state occasioni di discutere di progetti ad ampio respiro e valutare la possibilità di convergenza delle nostre linee programmatiche nell’interesse del paese.

La politica è confronto innanzitutto e il confronto richiede tempo per la valutazione delle idee.

Se ciò avverrà si potranno creare i presupposti per una fase nuova della politica a Pulsano. Staremo a vedere”.

Read 255 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1530 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa