ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 22 Novembre 2019 16:40

Pulsano (Taranto) Di Lena: “i dossi artificiali in alcune vie sono illegali e vanno rimossi, ma l’assessore Marra legalizza l’illegalità”.

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Dopo il consiglio comunale di Martedì 19 Novembre in cui tra le varie istanze chiedevo all’Assessore alla Polizia municipale Marra la necessità di rivedere le collocazioni dei Dossi artificiali ho puntualizzato che l’attuale piano della sicurezza da lui decantato ha , in realtà , delle serie criticità.

“Da alcune settimana infatti l’assessore Marra ha provveduto alla installazione di numerosissimi dossi artificiali .

L’assessore durante il consiglio comunale del 19 Novembre ha parlato di sicurezza stradale come obiettivo da perseguire con questi strumenti che vengono messi a disposizione per raggiungerlo, ma sbaglia visibilmente.

I dossi artificiali non rappresentano infatti strumenti di sicurezza, ma al contrario in alcune strade sono illegali.

Va detto che i dossi artificiali possono essere installati solo alle condizioni previste dall’art. 179, c. 5, del Regolamento di Attuazione (Art. 42 Cod. Str.). Ai sensi dell’ Art. 179. (Art. 42 Cod. Str.):

“I dossi artificiali possono essere posti in opera solo su strade residenziali, nei parchi pubblici e privati, nei residences, ecc.; possono essere installati in serie e devono essere presegnalati. Non è ciò che sta accadendo in tutta Pulsano.

Come si legge nell’ Art. 179. I dossi possono essere installati su strade residenziali, ma come si evince dai successivi articoli le zone residenziali devono essere delimitate dagli appositi segnali di inizio e fine e questo a volte manca o è poco visibile secondo me è secondo il parere del Comando di Polizia municipale.

Faccio osservare che questi rialzi sono stati eseguiti senza uno studio accorto sulla loro geometria, sui materiali con cui sono realizzati e soprattutto sul loro posizionamento ed ora verranno sostituiti.

Ma il problema non è questo.

Voglio rammentare che, in generale, le misure di regolamentazione della circolazione nei centri abitati devono essere ispirate al criterio della migliore fluidificazione del traffico, senza impedimenti sulla viabilità principale o di attraversamento, che interessa spostamenti su più lunghe distanze.

Di conseguenza non è opportuno, né consigliabile, realizzare rialzi.

Il provvedimento dell’assessore Marra potrebbe risultare addirittura controproducente.

Infatti un utente della strada tende a minimizzare il tempo di viaggio e quindi intenzionalmente, o istintivamente, è portato a recuperare le eventuali perdite di tempo incontrate lungo l’itinerario; pertanto ad ogni rallentamento, comunque indotto, consegue di solito un aumento dell’andatura per recuperarlo, riducendo così il margine di sicurezza… Senza pensare ai problemi per le ambulanze che nelle vie a scorrimento veloce si trovano a portare pazienti gravi.

Ed allora cosa propongo io per la sicurezza stradale? Pensiamo a rifare le strade che sono piene di buche invece di sprecare soldi in questo modo”.

Read 142 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1279 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa