ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 10 Dicembre 2019 03:15

Provocazione natalizia: un ulivo disseccato addobbato in piazza e una tavola rotonda

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Mercoledì 11 dicembre un messaggio pungolo e stimolo per il futuro del Salento.A Melissano si (ri)progetta il post Xylella con un allestimento shock e un tavolo di esperti: De Bellis, Capone, Ferro, Manni, Cornara

 Provocatorio quanto attuale il messaggio che Pro Loco Melissano lancia per il Natale 2019 allestendo in piazza San Francesco non il tradizionale abete bensì un olivo disseccato dalla Xylella e addobbato con le antiche lucerne in terracotta che un tempo venivano alimentate con l'olio lampante in un ideale continuum temporale che unisce passato e presente dell'economia olivicola salentina.

Cosa ne sarà delle campagne colpite da Xylella? A cosa riconvertire ettari e ettari di terreno salvaguardando gli equilibri paesaggistici, economici, turistici e ambientali del territorio? Questi gli interrogativi da cui (ri)partire e che saranno oggetto di discussione nella Tavola rotonda in programma a Melissano il prossimo 11 Dicembre alle ore 18.30 presso il Centro Culturale Quintino Scozzi dove interverranno il professore Luigi De Bellis, direttore del dipartimento DiSTeBa dell'Universita del Salento, l'onorevole Salvatore Capone, Consigliere della Ministra alle Politiche Agricole Teresa Bellanova, il Georgofilo Giuseppe Mauro Ferro, autore di alcune linee guida per il rilancio e la ricostruzione del territorio salentino colpito da Xylella, Enzo Manni della Cooperativa Acli di Racale promotrice del progetto Resilienza "di quanti non si vogliono arrendere alla Xylella" e Daniele Cornara, entomologo, direttore scientifico del progetto "Resilienza".

Al termine dei lavori Michele Di Carlo, Master of Food di Slow Food per i Distillati, preparerà un cocktail a base di Olio Favolosa servito in bicchieri pensati ad hoc e che ricordano proprio le lucerne.

Il problema della Xylella fastidiosa è ormai ben noto a tutti e il paesaggio rurale della penisola salentina appare devastato dal piccolo batterio che ha provocato e provocherà la morte di milioni di alberi di olivo cambiando inesorabilmente il volto paesaggistico di una zona divenuta famosa a livello turistico soprattutto per le sue bellezze naturali.

Read 207 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 917 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa