ANNO XIV Gennaio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 14 Gennaio 2020 19:47

Gli ex presidenti di America Latina esponenti di Idea ribadiscono il loro sostegno a Juan Guaidó e al legittimo Consiglio direttivo del Parlamento del Venezuela

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ventidue ex Presidenti dell'America Latina e della Spagna hanno inviato una lettera al presidente responsabile della Repubblica, Juan Guaidó, e altri membri del Consiglio di amministrazione della legittima Assemblea Nazionale venezuelana per lodare la "fermezza" dimostrata "di fronte agli oltraggi e alle interferenze del regime dell'opprobrio prevalente in Venezuela ".

"Ti incoraggiamo a non rinunciare ai tuoi sforzi per porre fine alla realtà disumana che soffrono tutti i tuoi connazionali ed è motivo di scandalo per la maggior parte dei governi sinceramente democratici che oggi danno loro il loro forte sostegno", hanno detto ex ex capi di stato e membri del governo della Democratic Initiative of Spain and the Americas (IDEA).

I firmatari della lettera informano Guaidó, rieletto presidente dell'AN e riconosciuto come presidente ad interim del Venezuela per oltre cinquanta paesi, che continuerà a "impegnarsi all'idea che sia essenziale porre fine alla scandalosa realtà del Venezuela" .

L'obiettivo è che “può essere reintegrato come nazione sovrana, quindi esercitare appieno gli attributi di una vita civile sotto i canoni e la democrazia repubblicana, e in modo che possa dare il suo determinato contributo, come in passato, al clima di pace e le libertà che meritano anche la Spagna e le Americhe. "

Gli ex governatori dell'IDEA, definito nella lettera come "un gruppo di opinione non governativo e plurale impegnato nei valori etici della democrazia", ​​denunciano che il "regime" venezuelano è stato associato a "gli interessi più perversi, interni e esterno ", anche con" criminalità ".

Quella collusione - aggiunge - è quella di "violare sistematicamente e in generale le libertà e il rispetto degli attributi essenziali della dignità umana di tutti i venezuelani, nonché di depredare la ricchezza a cui hanno diritto al loro benessere".

La lettera Oscar Arias, Miguel Ángel Rodríguez, Rafael Ángel Calderón e Laura Chinchilla (Costa Rica), José María Aznar e Felipe González (Spagna), e Nicolás Ardito Barletta e Mireya Moscoso (Panama) firmano.

La lettera Enrique Bolaños, (Nicaragua), Felipe Calderón e Vicente Fox (Messico), Alfredo Cristiani (El Salvador), Eduardo Frei (Cile), César Gaviria T., Andrés Pastrana e Álvaro Uribe (Colombia), Osvaldo Hurtado e Jamil Mahuad (Ecuador), Luis Alberto Lacalle e Julio María Sanguinetti (Uruguay), Jorge Tuto Quiroga (Bolivia) e Juan Carlos Wasmosy (Paraguay).

Con informazioni EFE

Read 198 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1237 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa