ANNO XIV Luglio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 01 Febbraio 2020 03:07

Taranto - L'ora della cultura promossa dall'Ateneo della Chitarra

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Martedì 4 febbraio 2020 ore 18,00 nel Foyer del Teatro Orfeo primo appuntamento con la decima edizione di “l'Ora della Cultura”, un interessante evento ideato dall'Ateneo della Chitarra e delle Arti di Taranto d'intesa con il Conservatorio di Musica Giovanni Paisiello, il Teatro Orfeo e la direzione artistica del maestro Pino Forresu capostipite della chitarra classica a Taranto.

 

Tema dell’Ora della Cultura “ Gli studenti del Conservatorio di Musica G. Paisiello, tra musica e parole si raccontano ” uno spazio aperto di dialogo che ha lo scopo di avviare una riflessione sul mondo degli studenti del Paisiello. Si tratta di una delle tappe del percorso virtuoso di ascolto, comunicazione e programmazione strategica sui temi della cultura e della promozione del territorio attraverso la cultura.

Noi abbiamo a cuore i giovani e gli imperdibili appuntamenti con l’Ora della Cultura saranno dedicati esclusivamente a loro, afferma il maestro Forresu, i giovani allievi del Conservatorio di Musica Paisiello saranno i protagonisti e, tra parole e musica, racconteranno le loro impressioni e i loro sogni >>.

Il primo incontro sarà dedicato alla chitarra che sarà illustrata dal maestro Andrea Monarda, protagonisti della serata saranno i giovani chitarristi Giovanni Amatulli, Lucrezia Bonasia, Alessandro D’Alessandro, Valerio La Neve, Sofia Moscogiuri, Nicola Russo, Antony Marinelli, Antonio Scelsi, Dario Rizzo.

.All’incontro saranno presenti il professore Domenico Rana, presidente del Conservatorio Paisiello e il direttore Gabriele Maggi.

La serata, ad ingresso libero, sarà presentata da Adriana Venturi.

Read 340 times Last modified on Sabato, 01 Febbraio 2020 05:00

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1077 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa