ANNO XIV Giugno 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 30 Marzo 2020 17:44

Coronavirus, Parlamento Ungheria affida poteri straordinari a Orban. Renzi: 'Cambi idea o Ungheria fuori dall'Ue'. Pd: 'Inaccettabile'

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Parlamento in Ungheria ha approvato con 137 voti favorevoli e 53 contrari il progetto di legge che conferma lo stato di emergenza senza limiti di tempo. Il premier Viktor Orban potrà ora governare per decreto su qualsiasi materia. L'opposizione aveva chiesto, senza successo, che i poteri straordinari, richiesti per fare fronte all'epidemia di coronavirus, fossero estesi solo per la durata di 90 giorni. Il leader del partito di opposizione Jobbik, Peter Jakab, ha denunciato che con questo provvedimento è stata messa in quarantena la democrazia nel suo insieme. 

Il testo introduce anche pene fino a otto anni di carcere per chi non rispetta il confinamento e di cinque anni per chi diffonde false notizie sull'epidemia. Sono poco meno di 500 i contagi confermati di Covid-19 in Ungheria.

Renzi: 'Cambi idea o Ungheria fuori dall'Ue'. Pd: 'Inaccettabile'

Diventa un caso politico anche Italia la decisione del premier ungherese Orban di avocarsi pieni poteri (compresa la possibilità di chiudere il Parlamento) per l'emergenza Coronavirus.

"Sogno da anni - dice Matteo Renzi - gli Stati Uniti d'Europa. Ma proprio per questo ho il diritto, e il dovere, di dire che dopo quello che ha fatto Orban oggi l'Unione Europea deve battere un colpo e fargli cambiare idea. O, più semplicemente, cacciare l'Ungheria dall'Unione".

"Il virus - commenta il vice segretario del Pd Andrea Orlando - ha fatto ammalare anche la democrazia nel nostro continente. Ciò che sta avvenendo in queste ore in Ungheria è inaccettabile. L'Europa deve far tornare indietro Orban, Un regime autoritario non può far parte dell'Unione".

Read 226 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1065 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa