ANNO XIV Luglio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 02 Giugno 2020 06:00

Il Venezuela registra tre nuove morti per COVID-19 e i contagi raggiungono 1.662

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Nicolás Maduro, ha notificato lunedì sera l'accertamento di 152 nuovi casi nel paese. Sei di "trasmissione comunitaria" e 146 "casi stranieri" principalmente dalla Colombia e dal Brasile.

La notte di questo lunedì, Nicolás Maduro, ha riferito sull'equilibrio che la pandemia di coronavirus getta nel paese. In questo senso, ha riferito sull'individuazione di 6 nuovi casi di "trasmissione comunitaria" e di 146 "casi stranieri" principalmente dalla Colombia e dal Brasile, perché, come ha spiegato, le persone colpite sono state diagnosticate ai confini venezuelani.
Con i nuovi numeri, la cifra totale nel paese raggiunge 1.662 infetti. In una videoconferenza con i governatori e i comandanti di Regioni strategiche di difesa integrale (REDI) e Zone operative di difesa integrale (ZODI), dal Palazzo Miraflores, ha rivelato che durante le ultime 24 ore sono stati registrati anche tre decessi da COVID-19.
In questo senso, il presidente ha precisato che le morti sono avvenute negli stati di Lara, Zulia e Miranda. “Quello dello stato Lara è un bambino di tre anni di Carora; Aveva una serie di complicazioni nella sua salute: idrocefalo congenito, portatore della valvola ventriculoperitoniale e il coronavirus è venuto a tutte queste complicazioni (...) Nello stato di Zulia, una donna di 62 anni del comune di Maracaibo con una forte storia di alta pressione sanguigna; È uno dei vicini infetti del mercato "Las Pulgas". Un terzo caso di 51 anni che ha combattuto per la sua vita, dallo stato di Guarenas Miranda, una scorta della compagnia alimentare privata che aveva avuto un focus principale cinque o sei settimane fa, ha detto il capo dello stato.

Read 115 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1088 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa