ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 10 Luglio 2020 22:46

Coronavirus in Italia, altri 12 morti e 276 casi salgono nuovi contagiati. Quattro regioni senza nuovi positivi

Written by 
Rate this item
(0 votes)

242.639 casi, 34.938 morti,194.273 guariti, 13.428 malati. Dati Protezione Civile del 10 luglio 2020. Rezza: in diverse diverse regioni l'indice di contagio ha superato quota 1 a causa di 'alcuni focolai di rilevanza piu' o meno grave per l'importazione di infezioni dall'estero'. 'Il Ssn sa identificare questi focolai e contenerli'. Salgono nuovi contagi: +276. 12 morti, come ieri. Quattro regioni senza nuovi positivi, in 13 nessun malato in rianimazione. 65 in terapia intensiva (-4)

Dodici morti, 276 nuovi casi e 295 guariti in più, quattro regioni a zero contagi nelle ultime 24 ore. E' il bollettino giornaliero nazionale sulla diffusione del coronavirus in Italia: i dati di Ministero della Salute, regioni e Istituto Superiore di Sanità sono disponibili sul sito della Protezione Civile. Il numero complessivo delle vittime dall'inizio dell'emergenza si avvicina a 35mila decessi: con le 12 in più rispetto a ieri, sono 34.938 le persone morte con coronavirus.

Il numero totale dei contagi in Italia è salito a 242.639: la Lombardia resta la regione con l'incremento giornaliero più consistente (135), seguita dall'Emilia-Romagna (53) e dal Lazio (23). Le quattro regioni senza nuovi casi rispetto a ieri sono Sicilia, Valle d'Aosta, Molise e Basilicata.

Attualmente, sono 13.428 le persone positive al coronavirus, 31 in meno rispetto a ieri. Calano anche i malati in terapia intensiva (65, 4 in meno rispetto al bollettino del giorno precedente) e i ricoverati con sintomi (844, -27). Da ieri, infine, sono stati eseguiti 47.953 tamponi, di cui 11.505 in Lombardia, per un totale di 5.854.621 dall'inizio dell'emergenza.

In ulteriore risalita i nuovi contagiati da Covid: sono 276 nelle ultime 24 ore (erano stati 229 ieri). Quasi la metà (135) in Lombardia, il 48,9%. Sono 53 in Emilia Romagna e 23 nel Lazio. Il totale dei contagiati in Italia è 242.639. Quattro le regioni senza nuovi casi: Sicilia, Valle d'Aosta, Molise e Basilicata. I morti sono stati 12, così come ieri. Complessivamente le vittime sono così diventate 34.938. Sono i dati forniti dal ministero della Salute.

Scendono a 65 i pazienti affetti da Covid in terapia intensiva, 4 in meno di ieri. Sono 27 in Lombardia. In 13 regioni non ci sono malati in rianimazione. I ricoverati con sintomi sono 844 (-27), 12.519 le persone in isolamento domiciliare (dato invariato). Gli attualmente positivi sono 13.428, in calo di 31 unità. I guariti sono invece 194.273, 295 in più di ieri. I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 47.953, circa 5 mila meno di ieri. I casi testati sono 3.520.377.

"Sebbene le misure di lockdown in Italia abbiano permesso un controllo efficace dell'infezione da SARS-CoV-2, persiste una trasmissione diffusa del virus che, quando si verificano condizioni favorevoli, provoca focolai anche di dimensioni rilevanti": loriporta il Monitoraggio settimanale del Ministero della Salute e dell'Istituto superiore di Sanità. "In quasi tutte le Regioni e province autonome sono stati diagnosticati nuovi casi di infezione nella settimana di monitoraggio dal 29 giugno al 5 luglio, con casi in aumento rispetto alla precedente settimana di monitoraggio in alcune zone". "Complessivamente il quadro generale della trasmissione e dell'impatto dell'infezione da SARS-CoV-2 in Italia rimane a bassa criticità con una incidenza cumulativa negli ultimi 14 giorni (periodo 22/6-5/7) di 4.3 per 100 000 abitanti (in lieve diminuzione)". "A livello nazionale, si osserva una lieve diminuzione nel numero di nuovi casi diagnosticati e notificati al sistema integrato di sorveglianza coordinato dall'Iss rispetto alla settimana di monitoraggio precedente, con Rt nazionale 1, sebbene lo superi nel suo intervallo di confidenza maggiore". 

Sono 5 le Regioni con un indice Rt superiore a 1. Si tratta dell'Emilia Romagna (1,2), che ha lo stesso valore del Veneto. Segue la Toscana con 1,12 il Lazio con 1,07 e il Piemonte con 1,06. La Lombardia e' a 0.92. 

In diverse diverse regioni l'indice di contagio ha superato quota 1 a causa di "alcuni focolai di rilevanza piu' o meno grave per l'importazione di infezioni dall' estero": lo ha spiegato Gianni Rezza, direttore per la prevenzione del Ministero della Salute, riferendosi ai nuovi dati del monitoraggio. "Serve rafforzare le misure di distanziamento sociale sapendo che l'Ssn sa identificare questi focolai e contenerli" ha concluso Rezza.

Read 144 times Last modified on Venerdì, 10 Luglio 2020 22:55

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1135 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa