ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 04 Agosto 2020 18:55

Venezuela riporta altri sei decessi per Covid-19

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Jorge Rodríguez ha affermato questo lunedì che altre sei morti sono state aggiunte da Covid-19 in Venezuela, per un totale di 180 morti.

Una donna di 69 anni dello stato di Táchira è stata la prima deceduta citata. Aveva una storia medica di diabete e ipertensione, e il 17 luglio aveva sintomi di febbre, malessere e tosse. Quando andò in un centro sanitario, le fu diagnosticato un grave insufficienza respiratoria bilaterale a causa del coronavirus, quindi fu immediatamente trasferita nella stanza di terapia intensiva ma ebbe una scarsa evoluzione che portò all'arresto cardiorespiratorio nelle prime ore del mattino.
Rodríguez ha anche citato il caso di un uomo di 59 anni dello stato di Carabobo che ha lasciato l'Ecuador per il confine venezuelano attraverso una pista irregolare a Táchira. Il 20 luglio ha presentato febbre, tosse e difficoltà respiratorie. Andò in un ospedale di San Cristobal dove, nonostante fosse ricoverato nel reparto di terapia intensiva, perse la vita la notte del 2 agosto.
Anche un uomo di 53 anni di Táchira, comune di San Cristobal, perse la battaglia contro il virus. Era un professore universitario che viveva in un settore in cui erano registrati diversi casi positivi. Il 25 luglio presentò sintomi di malessere generale, febbre e tosse. Il 31 luglio è andato a un consulto medico dove gli è stata diagnosticata la polmonite bilaterale, lo hanno portato in terapia intensiva ma ha subito un arresto cardiorespiratorio che ha causato la sua morte.
La quarta defunta era una donna di 69 anni del comune di Baruta, nello stato di Miranda, che aveva una storia di ipertensione e asma. Il 15 luglio ha registrato sintomi di malessere generale, diarrea, mancanza di respiro, perdita dell'olfatto e del gusto. Cinque giorni dopo, è stata ricoverata in un centro medico per polmonite bilaterale a causa di Covid-19 e il 23 luglio è stata ricoverata in terapia intensiva per fornire la respirazione meccanica, ma purtroppo ha perso la vita.
Rodríguez ha continuato a precisare che anche una donna di 57 anni nello stato di Mérida è morta a causa del virus ed era un'infermiera che ha mantenuto il contatto diretto con pazienti positivi. Aveva abitudini di fumo gravi e malattie polmonari croniche prima di ottenerlo. Andò in un "centro sentinella" il 5 luglio con febbre, disagio, dolori articolari, tosse e difficoltà respiratorie crescenti. Nonostante fosse ammessa, la malattia era già progredita e aveva un deterioramento respiratorio da cui morì.
L'ultimo caso menzionato è stato quello di un uomo di 76 anni dello stato di Nueva Esparta, comune di Mariño, professore universitario. Ha avuto un contatto con un paziente positivo nella sua residenza e aveva una storia di ipertensione. Il 18 luglio, ha registrato febbre, tosse e lombalgia, quindi è stato ricoverato in un centro sanitario per la polmonite bilaterale ma ha avuto una scarsa evoluzione della malattia nonostante fosse in terapia intensiva con respirazione meccanica ed è morto domenica scorsa.
Rodríguez ha dettagliato i casi di trasmissione della comunità che sono geograficamente situati in:
Distretto della Capitale: 141 nuovi casi nelle 22 parrocchie. (30% dei casi giornalieri)
Miranda: 92 nuovi casi.
Zulia: 78 nuovi casi.
Sucre: 54 nuovi casi.
La Guaira: 27 nuovi casi.
Táchira: 27 nuovi casi.
Anzoátegui: 18 nuovi casi.
Monagas: 16 nuovi casi.
Lara: 8 nuovi casi.
Nueva Esparta: 7 nuovi casi.
Sbrigati: 4 nuovi casi.
Guárico: 4 nuovi casi.
Merida: 1 nuovo caso.
Tra le altre cifre, Rodríguez ha assicurato il rapporto giornaliero di Chavismo sulla pandemia, mirando a 548 nuove infezioni per un numero finale di 20.753 casi registrati.

Read 142 times

Utenti Online

Abbiamo 1261 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine