ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 03 Settembre 2020 17:12

Orrore in Germania: 5 bambini trovati morti in una casa a Solingen. Uccisi dalla madre

Written by 
Rate this item
(0 votes)

I corpi sono stati trovati in una casa a Solingen, nel Nordreno-Vestfalia, in Germania. Secondo la Bild, la donna si è lanciata sotto un treno ma è sopravvissuta. Illeso un sesto fratellino.La nonna avrebbe chiamato la polizia dicendo che sua figlia, di 27 anni, ha ucciso cinque dei suoi figli ed è poi scappata con un altro bambino con l'obiettivo di suicidarsi.

Cinque bambini sono stati trovati morti in una casa di Solingen, nel land Nordreno-Vestfalia, in Germania. Lo scrive la Dpa citando la polizia di Wupperthal. I cinque bambini sono stati uccisi dalla madre. Lo scrive la stessa agenzia, citando fonti della sicurezza.

La donna, di 27 anni, si è lanciata sotto le rotaie di un treno dell'S-Bahn alla stazione centrale di Duesseldorf alle 13,46, scrive la Bild on line, ma sarebbe sopravvissuta. 

Secondo la Bild on line un sesto fratellino è stato trovato illeso a casa della nonna. I bambini morti avevano 1, 2, 3, 6 e 8 anni.

In Germania cinque bambini sono stati trovati morti in una casa a Solingen, in Nordreno-Vestfalia. La polizia ha confermato la notizia data da diversi media locali, senza aggiungere dettagli.

Secondo quanto appreso dalla Bild le vittime sono fratellini di uno, due, tre, sei e otto anni.

La nonna avrebbe chiamato la polizia dicendo che sua figlia, di 27 anni, ha ucciso cinque dei suoi figli ed è poi scappata con un altro bambino con l'obiettivo di suicidarsi. Il quotidiano tedesco aggiunge che alle 13:46 la donna ha effettivamente tentato di suicidarsi gettandosi sotto un treno della metropolitana alla stazione centrale di Dusseldorf, distante circa 35 chilometri da Solingen. La donna è sopravvissuta ed è gravemente ferita. 

Read 253 times Last modified on Giovedì, 03 Settembre 2020 17:17

Utenti Online

Abbiamo 1108 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine