ANNO XV Marzo 2021.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 22 Dicembre 2020 07:38

Milanesi vittoriose, non cambia la testa della classifica

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Roma si ferma a Bergamo: travolta dall'Atalanta per 4 a 1. La Lazio frena il Napoli

Milan e Inter hanno portato a casa entrambe un 2 a 1 contro il Sassuolo, la prima, e lo Spezia, la seconda che incassa anche la sesta vittoria consecutiva. La Roma resta ferma a 24 e scivola al quarto posto dietro la Juventus

Il Milan espugna il Mapei

Il Milan torna a vincere dopo due pareggi consecutivi, espugnando il Mapei Stadium per 2-1. Il Sassuolo cade sotto i colpi di Leao (gol più veloce di sempre in Serie A) e Saelemaekers, che costringono la squadra di De Zerbi alla seconda sconfitta stagionale. Non basta la rete di Berardi nel finale. La formazione di Pioli invece resta prima in vetta difendendosi dagli attacchi dell'Inter, vincente con lo Spezia. Partenza pazzesca dei rossoneri, che sbloccano dopo appena 6 secondi dal fischio d'inizio grazie alla rete di Leao su assist di Calhanoglu, mentre otto minuti più tardi, a ruoli invertiti, il turco troverebbe il raddoppio su assist del portoghese, se non fosse per una posizione di fuorigioco ad inizio azione di Saelemaekers.

Sarà lo stesso belga, pero', a realizzare il 2-0 ospite al 26' approfittando dell'assist di Theo Hernandez. Nella ripresa il Sassuolo non riesce ad alzare la testa e non spaventa mai Donnarumma a dovere, il Milan cosi' gestisce e aspetta il momento giusto per colpire ancora. I rossoneri non riescono pero' a mettere al sicuro il risultato e nel finale una punizione di Berardi prova a ridare speranza al Sassuolo, ma il suo gol serve a poco. 

Sesta vittoria di fila per l'Inter

Sesta vittoria consecutiva in campionato per l'Inter, che passa 2-1 in casa ai danni dello Spezia. Decidono le reti di Hakimi e Lukaku, nel finale non serve a nulla la rete ospite di Piccoli: la squadra di Conte continua a mettere pressione in vetta al Milan, che vince a Sassuolo e resta a +1.
Come prevedibile sono i nerazzurri a fare la partita sin dall'inizio, sfiorando il gol già dopo una manciata di minuti con Young, che supera un paio di difensori ma trova la risposta di Provedel.

Per il resto del primo tempo, pero', la squadra di Conte fa tanta fatica a rendersi ancora pericolosa, lo Spezia non si lascia sorprendere e difende lo 0-0. Nella ripresa la squadra di Conte torna in campo con più convinzione e al 52' trova il vantaggio con Hakimi, che scappa a destra e fulmina Provedel con il destro. La formazione bianconera trova difficoltà ad uscire dal guscio e ad un quarto d'ora dalla fine capitola con il rigore di Lukaku, causato da un fallo di mano di N'zola rivisto al Var da Fabbri. Nel finale segna Piccoli per lo Spezia, e' il primo gol in Serie A per il giovane attaccante, ma serve a poco nell'economia del match.

L'Atalanta travolge la Roma

L'Atalanta travolge la Roma in rimonta per 4-1 e cancella le polemiche su Papu Gomez, l'estroso calciatore argentino nemmeno convocato da Gasperini dopo le furiose polemiche fra i due. I giallorossi giocano un primo tempo aggressivo, trovando subito il gol con Dzeko al 3' e sfiorando il raddoppio con Spinazzola che, a tu per tu con il portiere bergamasco Gollini, coglie il palo.

Nella ripresa la musica cambia: l'Atalanta va all'arrembaggio e sfiora piu' volte il gol prima di trovare il pareggio al 59' con Zapata. La Roma non ha la forza di reagire e appare sulle gambe. E cosi' arriva la goleada bergamasca con le reti in sequenza di Gosens (70'), Muriel (72') e Ilicic (82').
Finisce 4-1 con l'Atalanta che sale a 21 punti, mentre la Roma resta ferma a 24 e scivola al quarto posto dietro la Juventus, in attesa del posticipo serale fra Lazio e Napoli.

La Lazio ferma il Napoli

La Lazio torna a vincere e il 2-0 all'Olimpico - siglato dal 'solito' Immobile e da Luis Alberto - contro il Napoli riduce le distanze dalla zona Champions. Allungano invece la striscia negativa gli ospiti.
Immobile segna al 9' su cross di Marusic dalla sinistra: il colpo di testa infila l'angolo alto a sinistra della porta e per Ospina non c'è niente da fare. Al 57' è il turno di Luis Alberto, su passaggio di Immobile, il cui destro sul secondo palo chiude la pratica. AGI

Read 337 times

Utenti Online

Abbiamo 882 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine