ANNO XVI Settembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 29 Marzo 2022 16:14

Torna il freddo e finalmente la pioggia al Nord

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Pioggia a Milano Pioggia a Milano

Dopo mesi di siccità da mercoledì 30 marzo sono previste piogge nel nord Italia. L'inizio di aprile si preannuncia a tratti perturbato e notevolmente più freddo, con una irruzione artica fino al cuore del mar Mediterraneo. 

Le condizioni meteo da mercoledì 30 marzo cambieranno in modo netto sull'Italia: finalmente tornerà la pioggia anche al Nord, portando un piccolo ma preziosissimo sollievo dopo mesi di siccità.

È quanto prevede Meteo.it. Questo martedì 29 marzo sarà caratterizzato da tempo stabile, siccitoso ed insolitamente mite, con un clima tipico dell'inizio di maggio.

La svolta è attesa e confermata sul finale del mese, tra mercoledì 30 e giovedì 31, quando il nostro Paese sarà raggiunto e attraversato da una più attiva perturbazione atlantica (la n. 6 di marzo), proveniente dalla Penisola Iberica: ne conseguirà un generale peggioramento con il ritorno della pioggia sull'Italia, anche su quelle settentrionali.

Le piogge saranno diffuse ma non si prevedano quantitativi significativi, sufficienti per cominciare a colmare il grave deficit idrico accumulato da oltre tre mesi, soprattutto per il Nord-Ovest.

Ma, anche sul finale di settimana, le occasioni non mancheranno: l'inizio di aprile, infatti, si preannuncia a tratti perturbato e notevolmente più freddo, con una irruzione artica fino al cuore del mar Mediterraneo. Nell'Europa centrale, occidentale e settentrionale è atteso un vero e proprio colpo di coda dell'inverno, con il ritorno di gelo e neve.

Le previsioni meteo per martedì 29

Tempo solo in parte soleggiato, a causa del passaggio di nuvolosità alla media e alta quota, che tenderà a velare il cielo e a renderlo a tratti un po' nuvoloso. In serata nuvolosità in ulteriore addensamento al Nord-Ovest, sul medio-alto Tirreno e sulla Sardegna, con le prime piogge isolate in Sardegna, lungo le coste toscane, con nevicate sulle Alpi occidentali oltre i 1800 metri di quota.

All'alba possibili banchi di nebbia tra Emilia orientale e basso Veneto. Temperature massime in lieve calo al Nord e in Toscana, in rialzo nel resto del Centro-Sud. Clima primaverile. Venti inizialmente in prevalenza deboli, ma con lo Scirocco in progressivo rinforzo; anche il moto ondoso tenderà ad aumentare dalla sera.

Le previsioni meteo per mercoledì 30

Giornata con cieli in prevalenza nuvolosi o coperti; maggiori schiarite con cieli poco nuvolosi all'estremo Sud e in Sicilia. Piogge diffuse fin dal mattino al Nord e nel corso della giornata su gran parte della Penisola, Sardegna e Sicilia. Neve sulle Alpi oltre i 1500 metri di quota. Temperature in calo anche sensibile al Nord e Toscana, in aumento all'Estremo Sud. Venti di Scirocco, anche forti sui nostri mari centro-meridionali.

Lorenzo Tedici, meteorologo del sito www.iLMeteo.it, conferma che la situazione sinottica europea indica da domani una lenta discesa di aria gelida norvegese verso Danimarca, Germania, Francia e poi Italia: le piogge inizieranno a bagnare le regioni centrali già da questa sera/notte per poi portarsi anche al Nord e parte del Sud.

Giovedì sono attese piogge su tutto lo Stivale con temperature in graduale calo, poi per il primo giorno di aprile avremo un ingresso, ancora piu' vivace, di aria gelida polare dalla Porta del Rodano, cioè dalla Francia: ci attendiamo un ulteriore calo termico con nevicate che, nel weekend, potrebbero imbiancare il Centro-Nord fino a quote collinari.

Questa svolta meteorologica sarà quindi ricordata per 2 fattori principali, il ritorno dopo 111 giorni siccitosi di piogge rilevanti al Nord e lo sbalzo termico eccezionale: negli ultimi giorni con aria nordafricana, sabbia del deserto, alta pressione e siccità, le temperature massime avevano raggiunto i 25 C all'ombra, circa 10 gradi oltre la media climatica per la terza decade di marzo; adesso con l'anomala discesa di aria artica, da latitudini 70-75 Nord, i valori massimi scenderanno sotto la media anche di 5-6 punti: un rapido calcolo ci porta a concludere, senza errori, che le temperature potrebbero scendere di 15-16 gradi in 4-5 giorni. AGI

Read 230 times

Utenti Online

Abbiamo 1068 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine