ANNO XVI Giugno 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 06 Aprile 2022 10:06

Pioggia su mezza Italia in attesa del primo caldo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Le temperature faticano a stabilizzarsi su valori miti, ma la prossima settimana sarà quella del cambio di stagione definitivo. 

La primavera è iniziata da due settimane e le temperature faticano a stabilizzarsi su valori miti, gradevoli. Nell'ultimo weekend abbiamo avuto il colpo di coda dell'inverno: lo scorso fine settimana sono state registrate nevicate a bassa quota, grandinate e un crollo diffuso delle temperature. L'ultimo sussulto dell'inverno è stato osservato ieri mattina con locali gelate in pianura. Adesso è il momento di annunciare l'arrivo del primo vero caldo di Primavera. Ci aspettiamo soltanto un veloce passaggio freddo per la Domenica delle Palme: da martedi' 12 aprile le correnti si disporranno da Sud, con venti di scirocco a tratti tesi sul Tirreno. Oltre al vento caldo del Nord Africa avremo un campo di alta pressione e un bel soleggiamento che contribuiranno a far impennare la colonnina di mercurio.

La prossima settimana sarà quella del cambio di stagione definitivo: le massime toccheranno diffusamente i 20-25 C e potremo avere i primi 30 C sull'estremo Sud. Il sito www.ilmeteo.it, prevede per la prossima settimana i primi pantaloni corti con t-shirt, le prime passeggiate al mare con la crema abbronzante, in alcune regioni farà addirittura un caldo leggermente afoso. Non è la prima volta che ad aprile si verificano fasi calde, questa potrebbe essere significativa soprattutto perchè arriverà dopo un mese di marzo freddino ed un inizio di aprile quasi invernale.

Intanto tornano le piogge, abbondanti su più di mezza Italia, in spostamento dalla Sardegna verso il Centro-Sud; sulla Pianura Padana la siccità non è stata sconfitta dal recente maltempo e purtroppo anche questa perturbazione eviterà di 'annaffiare' il nord: ci sono delle carenze idriche molto rilevanti, speriamo che nelle prossime settimane un sufficiente apporto di acqua arrivi dalla fusione dell'abbondante neve che è caduta sulle Alpi negli ultimi giorni. AGI

Read 304 times

Utenti Online

Abbiamo 1000 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine