ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 07 Ottobre 2022 08:11

Biden: "C'è il rischio di un'Armageddon nucleare, Putin non scherza"

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il presidente americano: "Non abbiamo affrontato la prospettiva dell'Armageddon dai tempi di Kennedy e della crisi dei missili di Cuba nel 1962". 

 Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato che il mondo rischia l'"Armageddon" nucleare per la prima volta dai tempi della Guerra Fredda e che sta cercando di trovare la "via di fuga" del presidente russo Vladimir Putin.

"Non abbiamo affrontato la prospettiva dell'Armageddon dai tempi di Kennedy e della crisi dei missili di Cuba" nel 1962, ha detto Biden durante un evento di raccolta fondi del partito democratico a New York. Putin "non scherza" quando minaccia di usare le armi nucleari, e "stiamo cercando di capire qual è la via di fuga di Putin. Dove trova una via d'uscita?". 

Biden ha fatto commenti insolitamente forti sui rischi creati dalle minacce nucleari di Putin mentre parlava ai sostenitori democratici nella casa di Manhattan di James Murdoch, figlio del magnate dei media Rupert Murdoch. 

Putin ha minacciato velatamente l'uso di armi nucleari se ritiene esaurite le opzioni in Ucraina per fermare la forte resistenza di Kiev sostenuta dall'Occidente. Gli esperti ritengono che siano possibili attacchi tattici con armi relativamente piccole. Ma Biden ha avvertito che anche un attacco tattico in un'area limitata potrebbe innescare un conflitto più ampio.

"Abbiamo un uomo, lo conosco abbastanza bene", ha detto Biden. Putin "non scherza quando parla del potenziale uso di armi nucleari tattiche, o di armi chimiche o biologiche, perché il suo esercito è, diciamo, significativamente meno capace".

"Tuttavia, non credo che ci sia la capacità di (usare) facilmente un'arma nucleare tattica e non finire con l'Armageddon", ha detto Biden. "Sto cercando di immaginare quale sia la via d'uscita di Putin", ha detto il presidente americano. "Dove trova una via d'uscita? Dove si vede in una posizione in cui non solo perde prestigio, ma anche un potere significativo in Russia?", ha aggiunto. 

Blinken: "Noi pronti a cercare una soluzione diplomatica"

Il Segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato dal Perù. dove si trova in visita ufficiale, che il suo Paese è "pronto" a cercare una soluzione diplomatica con la Russia sul conflitto in Ucraina, ma ha deplorato che Mosca stia andando "nella direzione opposta".

"Quando la Russia dimostrerà seriamente di essere disposta a intraprendere la strada del dialogo, noi saremo pronti. Noi ci saremo", ha dichiarato Blinken in una conferenza stampa a Lima.

Tuttavia, il capo della diplomazia statunitense ha assicurato che "purtroppo, al momento, tutto punta nella direzione opposta". Blinken ha citato come esempi la mobilitazione dei riservisti, il tentativo di annessione del territorio ucraino e le minacce nucleari del presidente russo Vladimir Putin.

"Il fatto è che la Russia e il Presidente Putin non hanno mostrato alcun interesse per la diplomazia", ha rimproverato, per poi aggiungere che che sia gli Stati Uniti che il presidente ucraino Volodymir Zelensky hanno detto da tempo che la guerra "può essere risolta solo attraverso la diplomazia". AGI

Read 760 times

Utenti Online

Abbiamo 876 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine