ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 23 Febbraio 2023 12:23

Eni nel 2022 raddoppia utili. Descalzi: "Abbiamo garantito la sicurezza energetica"

Written by  Giandomenico Serrao
Rate this item
(0 votes)

Nel 2022 l'utile operativo adjusted del gruppo si è attestato a 20,4 miliardi di euro, raddoppiato rispetto al 2021. L'utile netto adjusted è stato di 13,3 miliardi in crescita di 9 miliardi. L'ad: "Confermate le priorità strategiche. Procedono i piani di decarbonizzazione". 

"Nel 2022 ci siamo fortemente impegnati non solo nel progredire nei nostri obiettivi di sostenibilità ambientale, ma anche nel garantire la sicurezza energetica all'Italia e quindi all'Europa, costruendo una diversificazione geografica e delle fonti energetiche". Lo afferma l'ad di Eni,Claudio Descalzi, commentando i risultati del 2022. "I risultati operativi e finanziari che abbiamo raggiunto sono stati eccellenti, così come la capacità di garantire in tempi rapidi forniture stabili all'Italia e all'Europa e il progresso nei piani di decarbonizzazione", ha aggiunto.

eni descalzi risultati operativi e finanziari eccellenti

L'ad di Eni Claudio Descalzi 

"Durante l'anno abbiamo concluso una serie di accordi e di attività per rimpiazzare in modo definitivo il gas russo entro il 2025, potendo contare sulle nostre solide relazioni con i paesi produttori e sul nostro modello di sviluppo accelerato, che ci consentiranno di incrementare i flussi di gas da Algeria, Egitto, Mozambico, Congo e Qatar", ha sottolineato Descalzi.

"L'ultima operazione con la società di stato libica Noc per lo sviluppo del progetto 'Strutture A&E' e i recenti successi esplorativi nelle acque di Cipro, Egitto e Norvegia andranno a rafforzare la diversificazione geografica della nostra catena integrata di forniture. Questa pronta reazione alla crisi del gas e l'integrazione con le attività upstream sono stati un importante fattore alla base dei risultati del settore GGP, in grado di onorare gli impegni di vendita diversificando le fonti", ha aggiunto.

"Plenitude ha raggiunto 2,2 GW di capacità rinnovabile, il doppio dello scorso anno, e sarà affiancata dalla neo costituita Eni Sustainable Mobility nel portare avanti il piano di azzeramento delle emissioni dei clienti. Questo veicolo, facendo leva sulla forte presenza nel settore dei biocarburanti, offrirà soluzioni per una mobilità sempre più decarbonizzata ai clienti in Italia e in Europa. In un contesto di mercato favorevole, i risultati 2022 sono stati sostenuti dalla disciplina finanziaria e dal controllo dei costi, dall'efficacia operativa e dall'attenta gestione dei rischi derivanti dalla volatilità dei prezzi e dalla carenza di offerta.

La forte generazione di cassa organica con un flusso di 20,4 miliardi di euro ci ha permesso di finanziare gli investimenti e la crescita, di ridurre il rapporto di indebitamento al minimo storico di 0,13 e di remunerare gli azionisti con 5,4 mld di euro attraverso i dividendi e l'esecuzione di un programma accelerato di riacquisto delle azioni proprie", ha rimarcato. "Le nostre priorità strategiche - ha evidenziato l'ad di Eni - restano confermate: continueremo a investire per assicurare la stabilità e regolarità delle forniture per soddisfare il fabbisogno energetico e per decarbonizzare le nostre attività e l'offerta ai clienti, mantenendo la disciplina finanziaria indispensabile per garantire ritorni attrattivi agli azionisti". AGI

Read 830 times

Utenti Online

Abbiamo 901 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine