ANNO XVII Giugno 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 29 Marzo 2023 13:28

Terremoto in Molise, magnitudo 4.6. Nessun ferito 

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L'epicentro a Montagano, a circa 10 chilometri a sud di Campobasso, a una profondità di circa 23 km. Dalle prime verifiche non si registrano danni gravi agli edifici. Le scuole di Campobasso e di molti comuni limitrofi oggi rimarranno chiuse.  

Un terremoto di magnitudo 4.6 è stato registrato dalle stazioni della Rete Sismica Nazionale alle 23,52 con epicentro a 2 chilometri da Montagano, a circa 10 chilometri a sud di Campobasso, a una profondità di circa 23 chilometri. Dalle verifiche effettuate dalla Protezione civile e dai Vigili del Fuoco, non si registrano feriti o danni gravi agli edifici. Le scuole di Campobasso e di molti comuni limitrofi rimarranno chiuse oggi per ulteriori analisi, ha annunciato il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina.

L'evento, si legge sul sito dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, "è avvenuto in un'area caratterizzata da una sismicità frequente con diverse sequenze sismiche avvenute nel 2002, 2013, 2016 e nel 2018" e negli ultimi 7 giorni si sono registrate altre 16 scosse di magnitudo inferiore a 3.0. "La pericolosità sismica di questa area è considerata alta.

Terremoti anche più forti di quello avvenuto oggi sono possibili per quanto la probabilità che si verifichino non è particolarmente alta", si spiega ancora sul sito dell'Ingv.

Il terremoto di questa notte è stato ampiamente avvertito anche in una vasta area dell'Italia centro meridionale, in particolare in Campania, Puglia, Lazio e Abruzzo. "Al momento non abbiamo registrato danni alle persone o alle cose. Siamo in costante monitoraggio sull'evolvere della situazione e in contatto con i sindaci dei comuni interessati" conferma a Rainews24 il direttore della Protezione civile del Molise, Manuel Brasiello.

"La nostra è una zona sismica - sottolinea - e spesso si verificano condizioni di questo tipo. Nella giornata di ieri sono state registrate scosse un po' più forti del normale. È una situazione che dobbiamo tenere sotto controllo e la stiamo monitorando".

"Per fortuna la profondità della scossa di ieri sera è stata importante (23 chilometri, ndr) e questo ha determinato in superficie una condizione più favorevole", ha aggiunto. Un piano di emergenza non è stato ancora attivato, ha concluso, "vedremo nelle prossime ore cosa succederà". 

Read 349 times

Utenti Online

Abbiamo 1009 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine