ANNO XVIII Marzo 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 05 Maggio 2023 14:52

Tajani chiede le scuse di Parigi. Cresce il traffico di migranti tra Italia e Francia

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Migranti sbarcati dalla Rise Above Migranti sbarcati dalla Rise Above

Il ministro degli Esteri dopo lo scontro: insufficienti le precisazioni dei francesi. Borrell: Italia e Francia supereranno le difficoltà. 

Nel mezzo di tensioni diplomatiche tra Francia e Italia sulla gestione dei flussi migratori, l'Ufficio francese dell'immigrazione e dell'integrazione (Ofii) riferisce di un aumento dei tentativi di transito dei migranti tra i due Paesi attraverso le Alpi. Quasi 40 mila persone sono sbarcate in Italia dall'inizio del 2023, di cui quasi la metà hanno un rapporto con lo spazio storico dell'Africa subsahariana francofona.

"La prima nazionalità sono gli ivoriani e ci sono anche guineani e maliani. Queste persone sono scarsamente registrate per alcuni di loro e quindi vanno subito in Francia", ha detto a France Info Didier Leschi, direttore generale dell'Ofii.

Nel caso specifico dell'Italia, il responsabile francese fa notare che c'è un flusso particolare che non riguarda in alcun modo l'intera Unione europea, nel senso che non si tratta di nazionalità che hanno comunità in tutta l'Ue, ma che coinvolgono principalmente l'Italia e la Francia.

"Per questo le tensioni tra i due Paesi sono alte. Abbiamo un aumento dei tentativi di varcare le Alpi proprio perché molti di loro sono di nazionalità che parlano francese", ha precisato Leschi.

L'aumento della pressione migratoria sulla Francia in provenienza dall'Italia si inserisce nel contesto di una "spinta globale" in tutta l'Unione europea dall'inizio del 2023, con in tutto, secondo i dati dell'Ufficio francese dell'immigrazione e dell'integrazione, più di 300 mila persone che hanno presentato una domanda di asilo, segnando un +30% rispetto al 2022.

Tajani: insufficiente la precisazione del governo francese

"La precisazione dei francesi è stata insufficiente, non ci sono le scuse, il ministro dell'Interno ha detto delle cose incredibili, contro Meloni, contro il governo, persino contro l'Italia e gli italiani, andate a risentirlo, è davvero inaudito", ha detto al Corriere della Sera il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, per il quale quello di Darmanin è stato "un insulto gratuito e volgare ad un Paese amico, alleato, i cui vertici istituzionali sono in perfetta sintonia, per giunta nel primo anno di applicazione del Trattato del Quirinale. Vorrei vedere se Piantedosi avesse detto delle cose simili sulla Francia e sul suo governo, cosa sarebbe successo, ci sarebbero state delle conseguenze gravissime".

Prima di annullare la sua visita a Parigi ha chiamato Giorgia Meloni? "Certo, l'ho informata". E cosa le ha detto? "Quello che sto dicendo a lei, che la nota del ministero degli Esteri francese era insufficiente, che se non arrivavano le scuse occorreva annullare la visita", ha aggiunto.

"C'è un attacco a freddo, come un pugnalata alle spalle, da parte di un esponente di primo piano del governo della Francia. Non sono cose che si possono ignorare. Di sicuro però il resto dell'esecutivo di Macron non la pensa come Darmanin. Il comunicato non è sufficiente perché non ci sono le scuse, ma da parte francese si nota comunque sia il dispiacere che l'imbarazzo su quanto accaduto", ha concluso. 

Borrell: le difficoltà tra Italia e Francia saranno superate

"Il mio ruolo è cercare di far lavorare insieme tutti i Paesi europei. Ci sono problemi comuni che devono essere affrontati in modo comune con la massima unità, quindi sono sicuro che queste difficoltà saranno superate", ha affermato Josep Borrell Fontelles, Alto rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ai giornalisti che gli chiedevano di commentare la tensioni italo francesi.

Read 389 times

Utenti Online

Abbiamo 857 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

Calendario

« March 2024 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31