ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 08 Novembre 2023 09:02

Mattarella tra le due Coree: "Una guerra che non finisce con la pace porta nuove violenze"

Written by  Barbara Tedaldi
Rate this item
(0 votes)
Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona di fiori al cimitero nazionale di Seul Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella depone una corona di fiori al cimitero nazionale di Seul

Il capo dello Stato lungo il 38esimo parallelo. Visita alle palazzine Onu dove fu siglato l'armistizio tra Seul e Pyongyang che, dopo settant'anni, attende ancora la firma della pace: "Quanto qui viene fatto ha il respiro della storia, è particolarmente importante per evitare esplosioni di violenze ulteriori". 

"Qui si comprende come una guerra che non si è mai conclusa con il conseguimento della pace comporta il rischio costante di nuove violenze e quanto qui viene fatto ha il respiro della storia, è particolarmente importante per evitare esplosioni di violenza ulteriori". Così Sergio Mattarellaal termine della visita alla Joint security areache divide Corea del Sud e Corea del Nord lungo il 38' parallelo.

Il presidente della Repubblica è stato accolto alla Zona demilitarizzata dal vicecomandante del contingente Onu Harrison, che lo ha condotto prima al Museo della pace, poi al punto di osservazione e infine alle palazzine Onu in cui fu siglato l'armistizio tra Seul e Pyongyang, armistizio che dopo settant'anni attende ancora la firma della pace. AGI

Read 496 times

Utenti Online

Abbiamo 1007 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine