ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 18 Novembre 2023 16:40

Trovato il corpo senza vita di Giulia. Il procuratore: "Filippo, costituisciti"

Written by  Riccardo Bastianello
Rate this item
(0 votes)
Giulia Cecchettin e Filippo Turetta Giulia Cecchettin e Filippo Turetta

"Non continui questa sua fuga", l'auspicio del magistrato. Il legale della famiglia Cecchettin, "è il momento del dolore".

Giulia Cecchettin è morta. Il corpo della 22enne è stato trovato intorno alle 12 dai vigili del fuoco poco lontano dal lago di Barcis, in provincia di Pordenone.  

Negli ultimi giorni le ricerche della coppia si erano intensificate proprio in quella zona perchè secondo la ricostruzione fatta grazie alle celle agganciate dal telefonino dell'ex fidanzato Filippo Turetta c'erano due ore di buco temporale. Del ragazzo ancora non si hanno notizie.

Poco distante dal parcheggio del lago, utilizzato per lasciare roulotte e camper, c'era una Grande Punto nera identica a quella usata da Filippo ma dalle verifiche dei carabinieri è emerso che non si tratta della vettura del 22enne.

ex fidanzati scomparsi trovato cadavere giulia 

Giulia Cecchettin

L'appello del procuratore di Venezia 

Il procuratore capo di Venezia Bruno Cherchi ha rivolto un appello a Turetta per convincerlo a consegnarsi. "E' un appello al ragazzo - ha spiegato ai giornalisti - affinchè si costituisca e possa dare la propria versione dei fatti. Speravamo di non dover dare questa notizia (il ritrovamento del corpo di Giulia, ndr) ma la ricostruzione dei fatti che potrebbe fare Turetta sarebbe molto importante, anche per lui stesso. Per questo ribadisco: non continui questa sua fuga e si costituisca". 

Il dolore della sorella Elena

"Rest In Power. I love you". E' Il messaggio pubblicato sul suo profilo Instagram da Elena Cecchettin, sorella di Giulia Cecchettin, la 22enne di cui si erano perse le tracce una settimana fa e ritrovata oggi priva di vita poco lontano da Barcis (Pordenone). Accanto al messaggio anche un selfie in bianco e nero delle due sorelle

Le ricerche e l'inchiesta della procura di Venezia

Giulia e Filippo erano scomparsi dal Veneziano nella notte tra sabato 11 e domenica 12 novembre. Un video della zona industriale di Fossò (pochi chilometri dall'abitazione di Giulia), esattamente dove erano state ritrovate quelle che sembravano delle tracce di sangue, ha mostrato una lite tra i due e l'aggressione da parte dell'ex fidanzato, poi iscritto nel registro degli indagati della procura di Venezia per tentato omicidio.

I fotogrammi che mostrano l'aggressione sono stati estrapolati dalle telecamere di video sorveglianza di una azienda non lontana dal luogo dell'aggressione. Incredula la famiglia del ragazzo che l'altro giorno ha assistito a una approfondita perquisizione di casa propria durata tre ore e mezza e conclusa con i carabinieri che hanno prelevato del materiale informatico del ragazzo.

Il legale della famiglia di Giulia, ora è il momento del dolore 

"Adesso è il momento del dolore e di stringersi attorno alla famiglia - ha commentato il difensore della famiglia Cecchettin, l'avvocato Stefano Tigani -. Il lavoro degli investigatori ha portato intanto a ritrovare Giulia. Ora è anche il momento di individuare le responsabilità e le dinamiche di questa vicenda, per le quali ci affidiamo ancora alle forze dell'ordine". 

Fiocchi rossi appesi a casa di Giulia

Fiocchi rossi al cancello della casa di Giulia Cecchettin. Proprio ieri infatti la giovane avrebbe dovuto discutere la sua tesi di Laurea nel dipartimento di ingegneria biomedica, all'Università di Padova. AGI

Read 316 times

Utenti Online

Abbiamo 999 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine