ANNO XVIII Maggio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 14 Aprile 2024 15:57

Tajani: "Non ci sono pericoli per i nostri concittadini"

Written by 
Rate this item
(0 votes)
Antonio Tajani Antonio Tajani

Il capo della Farnesina ha attivato l'unità di crisi per assistere gli italiani presenti nella zona dell'attacco. Nel pomeriggio G7 in videoconferenza e mercoledì i ministri degli Esteri si ritroveranno a Capri. "I contendenti siano più ragionevoli".

"La situazione è senza pericoli particolari anche per i nostri concittadini". Così il ministro degli Esteri, Antonio Tajani, parlando dell'attacco iranianoa margine della sua visita al Vinitaly di Verona. "La nostra unità di crisi è operativa 24 ore su 24. Al momento non ci sono pericoli", ha poi concluso.  

Al Vinitaly era attesa anche la premier Giorgia Meloni, che ha dovuto annullare l'impegno in vista della riunione del G7 in videoconferenza che ci sarà oggi nel primo pomeriggio. Mentre il ministro degli Esteri Tajani ha convocato gli ambasciatori dei paesi arabi per fare un punto della situazione e domani incontrerà il segretario di Stato americano Antony Blinken. 

Dopo l'attacco iraniano della notte scorsa, sventato dalla difesa israeliana, Tajani spinge perché "i contendenti siano più ragionevoli" e li invita ad "adottare prudenza". In particolare, il ministro auspica che "non ci sia un contrattacco" di Israele. Lo ha detto intervistato a RTL 102,5. 

Il vicepremier presiederà ance la riunione del G7 dei ministri degli Esteri in programma a Capri per mercoledì prossimo. "La situazione mediorientale sarà il punto principale che metterò all'ordine del giorno. Quindi continuiamo a lavorare per la pace che è il nostro primo obiettivo e per raggiungerla serve una de-escalation", ha detto parlando a margine della visita al Vinitaly di Verona. 

"Noi invitiamo tutti alla prudenza anche il governo israeliano che ha avuto da un punto di vista militare un successo perché quasi il 99% dei droni e dei missili che sono stati lanciati sul territorio sono stati abbattuti. Ora serve prudenza, nessuno può pensare di cancellare Israele dalla carta geografica come si diceva da parte di estremisti tempo fa. L'attacco militare iraniano viene condannato dall'Italia pero' ora dobbiamo guardare avanti e raggiungere obiettivi positivi anche nella striscia di Gaza e mi auguro si possa arrivare a un cessate il fuoco". Lo ha detto incontrando la stampa il ministro degli Esteri e vicepremier Antonio Tajani a margine di Vinitaly a Verona. AGI

Read 433 times

Utenti Online

Abbiamo 619 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine