ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 20 Settembre 2016 08:39

Dal 13 al 15 ottobre torna a Firenze il Festival delle Generazioni

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Un confronto fra generazioni nell’ambito del quale nipoti, genitori e nonni si confronteranno sul tema ‘Oltre le frontiere: generazioni e culture’: dal 13 al 15 ottobre torna a Firenze il Festival delle Generazioni, la manifestazione promossa dal sindacato dei pensionati della Cisl (Fnp).

Tre giorni in compagnia di filosofi, artisti, economisti, giornalisti, uomini e donne dello sport, dello spettacolo, delle istituzioni e della cultura. Tra gli oltre 150 ospiti ci saranno Zygmunt Bauman, l’astrofisica Sandra Savaglio, Piergiorgio Odifreddi, Serena Dandini, Michela Murgia, Beppe Severgnini, l’atleta Martina Caironi e i vincitori dei Premi Strega, Viareggio e Campiello, con le incursioni di Dario Vergassola.
La terza edizione della manifestazione è stata presentata in Palazzo Vecchio dal sindaco Dario Nardella, dal segretario generale di Fnp Cisl Ermenegildo Bonfanti, dalla direttrice artistica del Festival Francesca Zaffino e dal comico Dario Vergassola.


"Siamo felici di accogliere a Firenze la terza edizione del Festival delle Generazioni - ha detto il sindaco Nardella - qui saranno protagoniste persone di diverse età, tutte accomunate dalla cultura, ovvero il linguaggio universale che tutti capiscono, il collante che tiene insieme generazioni diverse . La manifestazione non è solo una sfilata di grandi nomi ma un'occasione di riflessione, ascolto, lavoro e ideazione perché sempre di più i cittadini vogliono parlare delle questioni che stanno loro a cuore: gli anziani soli, i disabili che non hanno una comunità che li accoglie davvero e nella quale possono essere accolti, i giovani che sono stufi di farsi bollare come annoiati e disinteressati a tutto".
“Il nostro Festival vuole sottolineare l’importanza del momento che stiamo vivendo - ha detto il segretario generale della Fnp Cisl Gigi Bonfanti -. Il tema scelto quest’anno indica il crollo di ogni frontiera: geografica, anagrafica o sociale. Esiste un mondo dove la razze si mescolano, dove popoli provenienti da Paesi diversi vivono confrontandosi con usi e costumi differenti dai propri. La figura dell’anziano può, col proprio bagaglio di sapere, indirizzare le generazioni più giovani al rispetto delle diverse culture”.
“Il futuro è il paese dove passeremo il resto della nostra vita - ha aggiunto la direttrice artistica del Festival, Francesca Zaffino - eppure viviamo in un mondo che fa sempre più fatica a guardare oltre il presente. Una nuova scenografia si apre al nostro quotidiano: le frontiere e i nuovi muri che dividono Paesi e popoli, culture, religioni e condizioni esistenziali, sono spazi da abitare e condividere, perché sulle frontiere oggi vive tanta umanità”.

Il programma

Giunto alla terza edizione, il Festival delle Generazioni avrà oltre 150 ospiti, tra cui i sindaci di Lampedusa e di Firenze Giusi Nicolini e Dario Nardella, il presidente della Regione Toscana Enrico Scotti, il costituzionalista Michele Ainis, il demografo Alessandro Rosina, gli scrittori vincitori dei Premi Strega, Viareggio e Campiello, l’atleta olimpionica Ayomide Folorunso e la paralimpica Martina Caironi. E, poi, tra i giornalisti, Beppe Severgnini, Sergio Rizzo, Gian Antonio Stella, Diamante D’Alessio, Federico Taddia, Gabriele Romagnoli, Emilio Carelli e Marco Damilano, insieme alla scrittrice Igiaba Scego e gli “storioterapeuti” Lia Celi e Andrea Santangelo. Tra i giovanissimi: la cantautrice Chiara Dello Iacovo e la scrittrice italiana di seconda generazione Chaimaa Fatihi. Con le incursioni irreverenti di Dario Vergassola.
In programma spettacoli teatrali, live show, incontri su salute, scuola, lavoro, memoria, scienza e ricerca, lezioni magistrali, tavole rotonde, laboratori di arte e tecnologia, con un cartellone fitto di appuntamenti, articolati in cinque sezioni e condotti dai giornalisti Paola Saluzzi e Andrea Pancani, dallo scrittore e critico Francesco Durante e dal comunicatore Marco Stancati.
Tra gli eventi: la mostra-installazione ‘Oltre le generazioni’ con le visioni di bambini, adulti e bisnonni d’Italia, e proiezioni itineranti tra le strade e le piazze di Firenze; le ‘(Pre)visioni X il futuro’ del sociologo Zygmunt Bauman, dell’astrofisica Sandra Savaglio, del presidente dell’Istituto superiore della sanità Gualtiero Walter Ricciardi, del matematico Piergiorgio Odifreddi, del direttore di Amnesty International Italia Gianni Rufini e del segretario della Fnp Gigi Bonfanti; ‘Il generatore di generazioni’, una conferenza scenica condotta da Beppe Severgnini, con ospiti, interviste, letture e musica, alla ricerca del comune denominatore tra le generazioni degli Aged (nati prima del 1946), dei baby boomer (1946-1964), degli X (1965-1980), Y (1981-1996) e Z (dopo il 1996); una serata teatrale con ‘Le interviste impossibili’ di un contemporaneo a Dante, Paolo e Francesca, con gli attori Primo Reggiani, David Riondino e Cristiana Dell'Anna; un confronto sull’importanza dell’andare ‘Oltre’ ogni barriera tra l’economista Giulio Sapelli, il sociologo Mario Morcellini, il filosofo Leonardo Caffo, l’atleta olimpionica Ayomide Folorunso, l’attore e giornalista Andrea Purgatori e Giulio Sandini, direttore di ricerca all’Istituto italiano di tecnologia.


E ancora ‘In tempo per…’, perché non è mai troppo tardi per dedicarsi alle passioni, con Serena Dandini, Maria Amelia Monti, Marisa Laurito, l’imprenditore-studente Stefano Caccavari, il rettore dell’Università di Scienze gastronomiche Piercarlo Grimaldi, la ballerina Simona Atzori, il giornalista-escursionista Fabrizio Ardito, la scrittrice Chiara Gamberale, monsignor Dario Viganò e il rapper calabro-senegalese Omarito; le ‘Maratone di scrittori’ con Edoardo Albinati, Franco Cordelli, Simona Vinci, Michela Murgia, Paolo Di Paolo, Giacomo Mazzariol e Simonetta Agnello Hornby; una riflessione su ‘Cultura digitale e frontiere del sapere’ curata dall’Istituto della enciclopedia Italiana Treccani, con il direttore Massimo Bray, Marco Damilano dell’Espresso e la blogger Giulia Blasi; un incontro su “Alternanza scuola/lavoro” con il sottosegretario all’Istruzione Gabriele Toccafondi, il “forcolaio matto” Piero Dri, la pedagogista sostenitrice della ‘non scuola’ Silvia Pagani e il segretario della Cisl Annamaria Furlan; performance artistiche e musicali con Antonella Sbrilli, Michela Santoro e il musicista-informatico Leonello Tarabella; un incontro-spettacolo sui ‘Migranti di ieri e oggi’ con Gian Antonio Stella, Domenico Quirico, Tony Laudadio e Teresa De Sio; un viaggio a bordo di un antico treno a vapore.


In occasione del Festival delle Generazioni, infine, esce il libro ‘Oltre le frontiere: popoli e culture’ (a cura di Pasquale Alferj, Guerini e associati editore, pp. 144, euro 12,50), con i contributi inediti su trasformazioni sociali, lavoro, immigrazione, generazione Erasmus, giovani e social network, firmati tra gli altri dai sociologi Maurizio Ambrosini, Mauro Magatti, Mario Morcellini e Laura Zanfrini, l’economista Giulio Sapelli e il demografo Alessandro Rosina.
Tutti gli appuntamenti del Festival delle Generazioni sono a ingresso gratuito. Programma su www.festivaldellegenerazioni.it. Sarà possibile seguire il festival anche su Facebook, Twitter e Instagram.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1057 times

Utenti Online

Abbiamo 875 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine