ANNO XVII Gennaio 2023.  Direttore Umberto Calabrese

Una riunione straordinaria dei ministri dell'Interno dovrebbe essere convocata per discutere la crisi e prendere in considerazione i prossimi passi. Nel frattempo la Francia respinge i migranti al confine con l'Italia e a Lampedusa e nella Locride continuano gli sbarchi. 

Il ministro dell'Interno francese Darmanin sospende l'accoglienza di 3.500 rifugiati in Italia. Poi blinda il confine con 500 agenti. 'Situazione grave sulla Ocean Viking, l'Italia è stata disumana'. Piantedosi: 'Roma lasciata da sola'. Il 16 informativa del ministro in Aula. Mattarella a Rutte: 'Le sfide si affrontano insieme'. 

L'annuncio di Palazzo Chigi. Il premier telefona alla famiglia: è libera. L'odissea della giovane iniziata a Teheran il giorno del suo compleanno. 

Giorgetti: "Evitare incubo recessione e inflazione". Il ministro conferma per il 2022 la riduzione delle accise sui carburanti. Complessivamente gli aiuti ammonteranno a 21 miliardi. Meloni ai sindacati: "La situazione non è facile, collaborazione e non contrapposizione". Landini: "Valuteremo i provvedimenti". 

Il premier ha presieduto la 'cabina di regia' che da ora sarà coordinata dal ministro Fitto: "La spesa al 31 dicembre 2022 è di 21 miliardi di euro, a fronte di 33 previsti dal Def di aprile". 

Il premier interviene alla sessione plenaria della Cop27 per ribadire che il nostro Paese non farà alcuna retromarcia: "Siamo tutti chiamati a compiere sforzi più profondi e rapidi per proteggere il nostro pianeta" Colloqui con Sunak e Scholz: sul tavolo immigrazione, energia e migranti. 

Roma punta sul concetto di transizione giusta, uno degli elementi chiave riconosciuti dall'Accordo di Parigi per garantire che la transizione verso la decarbonizzazione dell'economia avvenga in modo equo. 

Sindacati convocati per mercoledì. Il ministro dell'Economia Giorgetti: "Se necessario altri interventi contro il caro bollette". 

Deficit programmatico fissato quest'anno al 5,6% del Pil, contro il 5,1% tendenziale; nel 2023 è stimato al 4,5% e poi atteso in progressivo calo al 3,7% nel 2024 e al 3% nel 2025. Il ministro Giorgetti: pronti ad affrontare i rischi recessione. Via libera del governo a nuove trivellazioni. 

La premier: "Hanno visto che non siamo marziani e ho trovato orecchie disponibili, la priorità è difendere i confini esterni dell'Ue". Prima degli incontri con la presidente della Commissione e Michel, era stata all'Europarlamento. 

Utenti Online

Abbiamo 912 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine