ANNO XII  Ottobre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Bari, 10 ottobre 2018 - “Quando nella città e nei paesi si giungeva alla vigilia dell’inaugurazione dell’acquedotto la vita si arrestava. E per vedere il magico zampillo della prima fontanina, la gente veniva dai rioni lontani e dalle campagne, si assiepava fin sui tetti, brulicava nelle strade; e, quando l’acqua sgorgava, era una esplosione di giubilo che nessuno può riuscire a descrivere”.

Published in News Ambiente

Le Vignette di Paolo Piccione

Gendarmerie scarica migranti in Italia

 

Utenti Online

Abbiamo 1280 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa