ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Il governo sposta al 2025 il termine della messa a norma degli impianti. La Corte Costituzionale aveva di fatto "chiuso un occhio" sul primo decreto salva-ILVA contando sul fatto che il completamento dell'AIA sarebbe stato compiuto nel 2015. Oggi invece vengono tollerati ben dieci anni di ritardo.

Published in News Ambiente

Utenti Online

Abbiamo 1185 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine