ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 01 Novembre 2016 00:00

Si muove la solidarietà dalle Regioni per le zone terremotate

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Per fortuna si mette in moto la solidarietà delle Regioni che danno lustro a questo Paese, l’inverno incombe e migliaia di sfollati devono affrontare l’inverno

 

REGIONE EMILIA ROMAGNA

Nuovo sisma in Italia centrale, si rafforza l'impegno dell'Emilia-Romagna: colonna mobile regionale a Caldarola (Mc)

Il presidente Bonaccini e l'assessore Gazzolo in contatto con le autorità locali e nazionali. Protezione civile attivata. 400mila euro versati sul conto corrente unico regionale

In sintesi

Sabato l'arrivo nel Comune in provincia di Macerata del modulo della Protezione civile regionale per la fornitura dei pasti a 150-160 studenti della scuole elementari e medie e ai cittadini in difficoltà e dopo la terribile scossa di domenica mattina la partenza di altri 18 volontari, 2 unità cinofile, 2 funzionari per affiancare il Centro operativo comunale di Caldarola e un modulo di telecomunicazioni. Pronto, in caso di necessità, anche un modulo farmacia. Si aggiungono al contingente di 54 operatori che già operava sul posto.

Grande anche la solidarietà dimostrata. Resta infatti attivo il conto corrente aperto dalla Regione dopo il sisma del 24 agosto per aiutare i territori colpiti, sul quale sono già stati versati 400mila euro.

Si rafforza l'impegno dell'Emilia-Romagna per le aree colpite da continue, drammariche scosse di terremoto in Italia centrale. E' Caldarola, in provincia di Macerata, il Comune che riceverà aiuto, dopo quello di Montegallo (Ap) adottato dalla Regione in seguito al sisma del 24 agosto.

In seguito alla comunicazione arrivata dalla Commissione speciale di protezione civile di coordinamento delle colonne mobili regionali, la colonna mobile regionale era arrivata sabato a Caldarola, dove l'autorità locale aveva evidenziato nei giorni scorsi la necessità di riattivare la mensa per le scuole elementari e medie, con l'obiettivo di fornire pasti a circa 150-160 studenti, oltre ai cittadini non in grado di organizzarsi autonomamente.

Alla colonna mobile che prevedeva un modulo, il cui allestimento era già stato completato sabato sera per essere pienamente operativo per la fornitura dei pasti, si sono aggiunti domenica 18 volontari partiti da Rimini (10 più 8 del corpo volontari Carabinieri), 2 unità cinofile, 2 funzionari per affiancare il Centro operativo comunale di Caldarola e un modulo di telecomunicazioni. Pronto a partire in caso di necessità anche un modulo farmacia.

L'assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo, ha contattato il sindaco di Caldarola, Luca Maria Giuseppetti, per sincerarsi della situazione dopo il nuovo sisma e per esprimere la vicinanza di tutta la Giunta regionale, a nome del presidente Stefano Bonaccini, e dei cittadini dell'Emilia-Romagna.

I volontari e il personale partiti domenica si aggiungono al contingente composto da 54 operatori (3 funzionari regionali, 3 operatori del 118 e 48 volontari), contingente della colonna mobile regionale che era stato ospitato prima della partenza per Caldarola nella caserma "Gonzaga" dell'esercito a Foligno. Era invece stato fatto rientrare il modulo di attendamento della popolazione dal momento che la Commissione speciale di coordinamento ha verificato non servisse predisporre strutture di accoglienza notturna per la popolazione.

Il presidente Bonaccini e l'assessore Gazzolo sono in costante collegamento con le autorità nazionali e locali per monitorare costantemente la situazione.

Conto corrente regionale: versati 400mila euro

Grande anche la solidarietà dimostrata dall'Emilia-Romagna: sul conto corrente aperto dalla Regione dopo il sisma di agosto sono stati già versati 400mila euro per aiutare i territori colpiti.

Si può inviare il proprio contributo sul conto: IBAN IT69G0200802435000104428964, dall'estero: BIC UNCRITM1BA2. Intestazione e causale: 'Emilia-Romagna per sisma Centro Italia'.

I commenti

“Siamo pronti a fare tutto ciò che serve con la nostra Protezione civile, i volontari e gli operatori, in contatto costante con il Governo, il dipartimento nazionale di Protezione civile e il commissario alla Ricostruzione- affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo-. L’Emilia-Romagna anche questa volta non lascerà sole le persone e i territori colpiti: siamo appena tornati da Montegallo e adesso ripartiamo. Questa la forza del nostro sistema”. 

Terremoto, la Toscana monterà a Porto Sant'Elpidio un punto di assistenza sanitaria

FIRENZE – Non c'è più bisogno di cani per cercare eventuali dispersi sotto le macerie degli edifici che si sono accasciati dopo le scosse che di nuovo domenica hanno colpito Norcia, Preci e molti altri comuni tra Umbria e Marche. Cambiano le priorità; la richiesta di unità cinofile è stata così bloccata e i cani da ricerca toscani rimangono a casa.

La maggiore necessità, logistica più che di personale, riguarda adesso la sanità. Alcuni ospedali sono stati evacuati in via precauzionale. Oggi pomeriggio, alle 15, partiranno pertanto dalla Toscana sette od otto container per allestire un punto di assistenza sanitaria mobile. La destinazione è Porto Sant'Elpidio, sulla costa un po' sotto Ancona. Ad accompagnarli sarà un medico, che ne seguirà l'allestimento e poi lascerà la struttura in carico ai colleghi marchigiani.

Terremoto: fondo di solidarietà dei consiglieri regionali della Puglia

Iniziativa di solidarietà del Consiglio regionale della Puglia per le vittime del terremoto nell’Italia centrale. Già da ieri, il presidente dell’Assemblea pugliese, Mario Loizzo, ha proposto all’Ufficio di Presidenza ed ai presidenti dei gruppi consiliari di raccogliere contributi strettamente personali dei consiglieri regionali, da devolvere agli aiuti per i territori e le popolazioni terremotate. 
Modalità e termini dell’iniziativa saranno definiti, in sintonia con il Governo regionale, nella prima riunione della Conferenza dei capigruppo consiliari, che sarà convocata nei prossimi giorni. 
Il fondo potrà essere integrato con i residui di quello costituito volontariamente dai consiglieri regionali nella primavera scorsa, per contribuire alle spese della campagna referendaria No Triv. (fel) 

Sisma Centro Italia.Immediata partenza per colonna mobile pugliese

Con riferimento al grave sisma che alle 7,41 di oggi ha nuovamente colpito il Centro Italia, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, e il vice presidente, Antonio Nunziante comunicano che la Protezione Civile regionale su ordine del Di. Coma. C. di Rieti ha inviato al SOI di Macerata due propri funzionari esperti in emergenze, e ha disposto la partenza immediata della Colonna Mobile unitamente a un tecnico della protezione civile e a  6 volontari dei Coordinamenti di Foggia e della BT per le attività di montaggio e di attivazione delle tende sociali e dei generatori. Altri tecnici regionali partiranno a breve.

Read 1114 times Last modified on Martedì, 01 Novembre 2016 03:33

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1255 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa