ANNO XII  Ottobre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 18 Maggio 2017 08:55

Così Macron vuole rifondare l'Europa

Written by 
Rate this item
(0 votes)

"Difendo un'Europa della protezione e dell'ambizione. Se non vogliamo che l'Europa sia travolta dai movimenti populisti, deve cambiare profondamente e molto rapidamente.

Il mio metodo sarà dunque quello della rifondazione: fin dal primo giorno proporrò alla Germania ai nostri principali interlocutori, l'Italia in testa, un progetto comune per rafforzare la sicurezza alle frontiere dell'Ue, creare un budget europeo di difesa, una riforma della zona euro, un rafforzamento delle regole europee contro il dumping con un controllo degli investimenti stranieri nei settori strategici della nostra economia, un inquadramento più rigoroso del lavoro distaccato, un fondo di sostegno alle nostre imprese, in particolare nel settore digitale. Con un principio semplice: gli stati che non vogliono andare avanti non impediranno agli altri di avanzare". 

"Abbiamo creato un'Europa senza protezioni"

Parlava già da presidente eletto Emmanuel Macron, in questa intervista pubblicata dal 'Foglio' solo ora ma realizzata il 2 maggio, cinque giorni prima del ballottaggio contro Marine Le Pen, che ha visto il giovane candidato centrista conquistare l'Eliseo. "Se l'Europa avanza e si trasforma, ritroverà l'adesione che questo progetto storico di riconciliazione e di cooperazione democratica merita - spiega Macron - si dice spesso in Francia che mi situo nella continuità del progetto europeo. Ma c'è una rottura profonda negli anni Novanta e nella prima decade degli anni Duemila. Abbiamo creato l'Europa dell'apertura senza preoccuparci delle protezioni, la concorrenza ha lasciato posto al dumping". 

"Torniamo allo spirito iniziale del progetto europeo"

"Voglio ritrovare lo spirito iniziale del progetto europeo che è stato smarrito e recuperare le tre promesse originarie: pace, libertà, prosperità - prosegue Macron, che domenica sera accoglierà a Parigi il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni - Per fare questo, è necessario che l'Europa dimostri che ci protegge veramente non solo sul piano economico, ma anche dinanzi alle minacce che pesano sulle nostre frontiere, sulla nostra sicurezza. E bisogna ritrovare un sentimento di appartenenza, un'identità europea che fa parte delle nostre culture nazionali".

"Lottare efficacemente contro la disoccupazione"

Tra le prime emergenze da affrontare c'è la disoccupazione giovanile: "Questa generazione ha sentito parlare soltanto di crisi. Chi può accettare che l'alternativa offerta tra i giovani sul nostro continente sia quella di inanellare lavoretti o abbandonare Madrid per lavorare a Monaco di Baviera? Non bisogna scaricare le colpe sull'Europa. Numerosi pasi della zona euro hanno quasi ritrovato la piena occupazione, anche se la precarietà resta preoccupante. Bisogna dunque attuare delle riforme chiave - educazione, formazione, mercato del lavoro - in ognuno dei nostri paesi per lottare efficacemente contro la disoccupazione. L'Europa deve contribuirvi attraverso una politica economica che sostenga l'investimento, l'innovazione e garantisca una concorrenza equa all'interno dell'Unione europea così come con il resto del mondo". 

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 529 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Gendarmerie scarica migranti in Italia

 

Utenti Online

Abbiamo 1608 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa