ANNO XIV Settembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 19 Agosto 2017 09:50

Strage Barcellona, 3 italiani tra le vittime: Carmen Lopardo italo-argentina

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Barcellona (Spagna) - C'è una terza vittima italiana della strage di Barcellona. Si tratta dell'italo-argentina Carmen Lopardo, di 80 anni, che si trovava nella città catalana per turismo. Lo riporta il sito del quotidiano argentino La Nacion. Le vittime accertate sono al momento 14 e 126 le persone rimaste ferite, 75 delle quali si trovano ancora in ospedale.

Il re Felipe e la regina Letizia oggi si recheranno in ospedale per far visita ai feriti. La visita, annunciata ieri, è stata confermata stamattina sul sito ufficiale della Casa reale spagnola.

Caccia a un altro attentatore - Prende intanto corpo l'ipotesi che l'autista del van che giovedì ha seminato il terrore sulla Rambla di Barcellona sia il 22enne Abouyaaqoub Younes, e non il 17enne Moussa Oukabir, ucciso dalla polizia a Cambrils. Il giovane di origini marocchine, il cui nome viene fatto dai media spagnoli, potrebbe essere ancora in fuga. Abouyaaqoub risiedeva a Ripoll, a nord di Barcellona, dove ieri sono state arrestate 3 persone. Una quarta persona è invece stata arrestata ad Alcanar.

Secondo El Pais, ci sarebbe quindi stato Abouyaaqoub Younes alla guida del furgone usato per la strage. Nella serata di ieri il capo della polizia catalana, Josep Trapero, sembrava accreditare questa pista, indicando che l'ipotesi che l'autore della strage fosse Moussa Oukabir stava "perdendo peso".

Nella notte tra giovedì e venerdì Oukabir è stato ucciso dalla polizia a Cambrils insieme ad altri quattro attentatori. Il gruppo si era scagliato con un'auto contro un gruppo di pedoni, uccidendo una donna e ferendo altre sei persone.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1460 times

Utenti Online

Abbiamo 1148 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine