ANNO XIV Aprile 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 28 Febbraio 2018 16:16

Appelli al voto in Puglia Centro Sinistra, Dario Stefàno per l’agricoltura, e Fulvia Gravame per crescita economica sostenibile

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Pubblichiamo due comunicati stampa, su temi economici che vengono da Dario Stefàno, candidato al Senato per il centrosinistra al Collegio uninominale Lecce – Francavilla e per il Partito Democratico come capolista al collegio plurinominale Puglia Sud e Fulvia Gravame per la Lista Insieme.

 Elezioni, Stefàno: “Un piano speciale per l’Agricoltura per incentivare la nascita di start up di giovani”

“Voglio rendere la Puglia un grande laboratorio a cielo aperto con l’obiettivo di un’agricoltura moderna, di un comparto giovane e multifunzionale”. Lo dichiara Dario Stefàno, candidato al Senato per il centrosinistra al Collegio uninominale Lecce – Francavilla e per il Partito Democratico come capolista al collegio plurinominale Puglia Sud.

“Quando mi sono occupato per la prima volta di agricoltura da assessore regionale – prosegue -  sul settore pendeva una percezione ancora negativa, vissuto soprattutto dalle giovani generazioni come qualcosa da cui fuggire. Negli anni siamo riusciti a invertire quel fenomeno: tantissimi giovani hanno scelto la terra, sono diventati i nuovi agricoltori, iniziando concretamente quel ricambio generazionale che è essenziale e che non si è più fermato.

La Puglia, peraltro, ha una ricchezza di biodiversità straordinaria, che abbiamo il dovere di difendere, investendo in innovazione e ricerca.  La grande opportunità per l’agricoltura passa, infatti, dalla capacità di affiancare tecnologia e sostenibilità̀. Penso ad un Piano speciale che abbia l’obiettivo di incentivare la nascita di startup di giovani che intendono investire nel settore dell'agricoltura e dell'agroalimentare. Un piano che irrori il settore di linfa giovane, capace di prospettare soluzioni veramente innovative, di cui ho discusso a lungo con diversi esponenti delle associazioni di categoria del comparto che condividono con me quest’idea.

Vogliamo far emergere il talento delle nuove generazioni e l'esperienza delle vecchie, vogliamo offrire un'opportunità di sviluppo per un intero territorio. Se penso alla Puglia e ai tanti ragazzi che la Regione ha formato e fatto studiare, penso a un capitale inestimabile che va valorizzato. Startup non significa solo innovazione tecnologica, vuol dire anche innovazione sociale e organizzativa, qualità, ecologia e cultura.

Significa accompagnare la nostra agricoltura verso una più completa multifunzionalità e una indispensabile sostenibilità, capace di assolvere a più compiti: riconversione ambientale, turismo, cultura, sociale”.

 

CS GRAVAME «”INSIEME” per incentivare la crescita economica sostenibile, duratura, inclusiva e lavoro dignitoso per tutti.»

 

L’obiettivo di “INSIEME” è produrre più ricchezza e non inquinare, attraverso lo sfruttamento di alte tecnologie e soprattutto di idee innovative e vale ancora di più in Puglia e per il capoluogo jonico in cui vivono circa settantamila disoccupati/inoccupati e vi è la crisi dell’Ilva.

Ritengo siano necessari un piano di formazione e riconversione professionale ed investimenti specifici  che mirino a creare nuova occupazione e a ricollocare maestranze nel campo dell’efficienza energetica degli edifici pubblici e privati in modo da rilanciare l’edilizia, della messa in sicurezza del territorio, considerati gli eventi luttuosi accaduti più volte nel versante occidentale, della tutela e valorizzazione delle risorse culturali e ambientali, della promozione di sistemi di trasporto sostenibili e del completamento dei lavori per il porto di Taranto e per la retroportualità, dell’agroalimentare.

Bisogna tutelare le imprese e i lavoratori che sono stati danneggiati dall’inquinamento (mitilicoltori e allevatori, ma anche operatori turistici) e sostenere la coltivazione della canapa visto che la filiera di trasformazione è già presente nella provincia di Taranto e in altre zone della Puglia e che è possibile usare questa pianta o suoi derivati in molti modi (bioedilizia, abbigliamento, alimentazione).

Vanno tutelate le imprese locali prevedendo:

- forme di microcredito per le botteghe artigiane

- lotta all’abusivismo commerciale

- collaborazione con gli sportelli antiraket

- valorizzazione di iniziative per il decoro urbano

- per le aree SIN sgravi fiscali sulla base di accordi nazionali e attivazione della “No Tax area” per almeno 5 anni, come previsto nel programma nazionale di “INSIEME”.

In particolare per Taranto servirà a favorire il rilancio delle attività commerciali e delle attività artigianali legate alla risorsa mare (cantieristica e attività marinare, pesca da diporto, pesca sportiva e mitilicoltura...), anche per rivitalizzare il centro urbano e la Città Vecchia. Non bisogna però trascurare la conservazione dell’ecosistema naturale presente  nel territorio del capoluogo jonico, nonostante l’inquinamento e quindi vanno tutelate l’oasi  La Palude e le altre aree protette esistenti  e quelle in via di riconoscimento.

Dobbiamo riprogettare il futuro della provincia di Taranto secondo la logica dell’economia sostenibile.

Fulvia Gravame

​Capolista per la lista "INSIEME"
nel collegio proporzionale n. 03 della Puglia

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 785 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1300 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa