ANNO XII  Giugno 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 07 Marzo 2018 04:54

Taranto – Boxe - La scoperta dello sport dalla tenere età torneo regionale sognando coppe e trofei

Written by  Alessandro Salvatore
Rate this item
(0 votes)

La scoperta dello sport dalla tenera età, come contribuito alla conoscenza della propria inclinazione motoria e relazionale. E’ questo l’obiettivo nobile promosso dalla Federazione Pugilistica Italiana attraverso la forma di addestramento dei Criterium. Come da dettato federale, ogni comitato regionale ha avviato la stagione dei Criterium.

E’ accaduto anche in Puglia, precisamente a Taranto domenica 4 marzo scorso. Nel contesto del Torneo Regionale Esordienti, organizzato dalla Quero-Chiloiro, si è tenuto il Primo Criterium regionale. Cinquanta partecipanti, dai cinque ai tredici anni, sono stati i protagonisti della prima tappa di un’agenda che guarda alla qualificazione di due eventi nazionali: la Coppa Italia giovanile fissata il 23 e 24 giugno in luogo da destinarsi ed il Trofeo Coni Kinder+Sport fissato a Rimini dal 20 al 23 settembre.

 

Il responsabile dell’attività giovanile della Federboxe regionale e membro della Commissione giovanile federale nazionale Cataldo Quero, evidenzia come sia importante “l’attività dalla tenere età, costituendo il vivaio un serbatoio dell’agonismo. Il settore giovanile della FPI – sottolinea Quero - addestra e forma i piccoli sportivi, preparandoli a un futuro esordio sul ring, laddove sussistano i requisiti necessari, ma l’obiettivo fondamentale per questa fascia d’età è e rimane la formazione dell’atleta polivalente che abbia come bagaglio un ampio vissuto motorio percorso di benessere psico-fisico, da utilizzare durante l’esistenza come costume culturale permanente e momento di confronto socializzante”.

 

Queste i test a cui i baby atleti si sono cimentati nel Primo Criterium regionale di boxe. Per la categoria “Cuccioli”, unica individuale, dai 5 ai 7 anni, la prova è stata caratterizzata da: lavoro alla corda, velocità, circuito ad “H” a tempo e la prova al sacco oscillante; “Cangurini” (8/9 anni): coppia a corda con incroci e doppi salti, il percorso ortogonale e prova sul ring di sparring con due riprese con differenti guardie e contatto “a tocco”; “Canguri” (10/11 anni): coppia con due riprese sul ring con differenti guardie con colpi e modalità di difesa, più 25 metri di scatto a tempo; “Allievi” (12/13 anni): coppia su corsa piana di 25 metri, tre round di un minuto ciascuno come dimostrazione tecnico-tattica guidata.

 

La Quero-Chiloiro Taranto ha partecipato al 1° Criterium con questi baby atleti, suddivisi per categoria: “Cuccioli”, Vincenzo Quero, Giorgio Caforio, Augusto Camedda, Salvatore Vitiello, Samuele Giosa, Elena Di Cuia; “Cangurini”, Simone Intermite-Alessandra La Torre; “Canguri” Felice Di Cuia-Martina Sportillo, Francesco Pennacchio-Claudia Mongelli, Alessio Zonile-Luca Intermite, Federica Di Noi-Andrea Boccuni, Mattia Chirulli-Gabriele Cuscela; “Allievi” Giuseppe Malecore-Alessandro Vozza, Lorenzo Marci-Giovanni Notarnicola, Simone De Libero-Davide Ciabuschi.

Read 622 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Riders: spiragli di tutela per questi “liberi professionisti”?

 

Utenti Online

Abbiamo 1436 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa