ANNO XVI Novembre 2022.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 23 Marzo 2018 16:15

Pistola taser alla Polizia di Stato, Paoloni (Sap): «Ok sperimentazione, un ottimo passo in avanti per il personale di Polizia»

Written by 
Rate this item
(0 votes)

«La Polizia di Stato, in alcune province d’Italia, sarà dotata in fase sperimentale di pistola taser. Ok la sperimentazione – dichiara Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) – accogliamo la notizia con piacere, la pistola taser è uno strumento fondamentale per gli operatori di Polizia.

Un vero passo in avanti, un’opportunità che riduce il contatto fisico tra poliziotto e aggressore, analogamente all’utilizzo dello spray al peperoncino, già testato dagli operatori, che allo stesso modo, permette di calibrare l’uso della forza, spesso oggetto di propaganda antipolizia nel nostro paese». (Qui informazioni sulla pistola taser ndr http://www.earmi.it/armi/taser.htm)

«L’utilizzo della pistola taser – aggiunge a tal proposito Paoloni – è fondamentale perché permette agli operatori di difendersi in casi di estremo pericolo, in condizioni di sicurezza maggiori evitando dunque, un contatto molto diretto con il criminale rendendolo inoffensivo allo stesso tempo».

La polizia per il momento avrà in dotazione 30 teser che saranno assegnati in diverse città d’Italia per un periodo di prova di tre mesi. Gli apparecchi saranno messi a disposizione degli uomini delle volanti, i quali prima dovranno seguire un percorso di adeguata formazione nel rispetto di un disciplinare approvato dal Ministero della Sanità.

Ci auguriamo – prosegue -   non faccia la stessa fine della sperimentazione delle body-cam e delle telecamere all’interno delle auto di servizio, proposta per la quale il Sap è da sempre in prima linea, in prova dal 2015 e ancora non in attuazione. Tra l’altro, la nostra Amministrazione è decisamente in ritardo sul tema, rispetto alle Forze di Polizia del resto d’Europa».

Solo durante lo scorso anno, sono stati oltre 6000 gli agenti operativi su strada, rimasti feriti durante l’espletamento del proprio servizio e, la maggior parte, a causa di aggressioni o scontri diretti con i criminali.

«Ci aspettiamo e ci auguriamo – conclude Paoloni – che sia una sperimentazione celere dall’esito sperato, ovvero la pistola taser in dotazione a tutto il personale quanto prima».

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1531 times

Utenti Online

Abbiamo 1148 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine