ANNO XIII  Marzo 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 11 Aprile 2018 00:00

Rinascere al bene

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Gesù disse a Nicodemo: «In verità ti dico: dovete rinascere dall'alto[1]

La rinascita è il tema di ogni religione. Il cristianesimo la pratica col battesimo.

-Rinascere dall’alto- vale renascere in albis. [Renata urbs sta per risorta la città (Livio)].

-Rinascere candidati in bianche vesti- è solo la prima traduzione, valida in latino. Cercherò di leggere la stessa nel cuneiforme zumero.

-In albis- lat. ß -in al.biz- dai grafi –ni…:

NI

(cf., i3; zal; li2; dig)[1].

Il circolo -in ni- fu l’estrema impresa affrontata. Significa: ‘corrente terrore’.

ni2…ila2

to inspire awe; to raise oneself’ (‘fear, awe; self’ + ‘to raise’ –‘semea (di) Dioil’-)[2].

Il grafo NI va letto NIN, come in -nin.nu.am- il cinquantesimo nome di Marduk, dio di tutti i vènti.

Significa: -che vengaam l’immaginenu (dell’Uno) a dar terrorenin ai nostri nemici e kal.am, ‘calma di vento’ a noi che viviamo in

kalama, kalam [UN]

the land (of Sumer); nation (of Sumerians) (kal, ‘excellent’, + eme, ‘speech, speaking’ ?-: No!-: -che venga l’eccelso-) [KALAM archaic frequency) [3].

Il potere, espresso dai grafi:

ni2-ir9

might, power, awesomeness (‘awe’ + ‘strong’)[4].

con crasi nir è oggettivo –aver paura di qualcosa-. Soggettivamente esce da:

ni2…ri

to be afraid of something; to scare; to terrify; to inspire awe or fear; to be impressive; to overwhelm (with –da- immagine) (‘fear, awe’ + ‘to strike’)[5].

Posso aver paura di me stesso, quando dubito di me stesso, e-ga:

ni2-ga2 [ni2-gu10-ak]

my own (‘mysel’ + genitive[6].

Veniamo ai grafi al-bis/biz:

al-

conjugation prefix before verbal root used immediately before stative verbs, 1) distance; 2) the speaker is not involved; 3) the lack of a transitive relationship[7].

al …di/dug4/du11/e

to desire, pray, aspire to, demand, insist (often with –ni-) (‘hoe’ + ‘to make the motion of’; but cf., im-ma-al (-la))[8].

Al-di = desiderio-Dio (non riconosciuto da Halloran). I seguenti, invece, sono perfetti con l’abbinamento al-:

 

-bish [GIR]

3rd person inanimate person suffix + terminative – (bi - + she –vita nds-)[9].

al-bish = ‘-collegamento a distanza-al –con la vita-she del fuocobi (di Dio).

-bi

possessive suffix, […][10]

al-bi = ‘collegamento a distanza col fuoco’.

Il seguente è un desiderio di lacrime di gioia e di dolore, al biz:

biz; bi(z)

n., tears (Akk., loanword from bissu, ‘flow of tears’ and basasu, ‘to let drip’, cf., Orel& Stolbova #256 *baz- ‘to flow, be wet’).

v., to drip, trickle; to cry; to ooze; to pour; to raise off; to impute, accuse; to push someway away; to dry (cf., bi-bi-ze2 –to drip-)[11].

Si piange di gioia o di dolore in comunità per stare insieme, da soli per disperarsi.

La risurrezione è una pratica di ogni comunità da sempre: capita che tutto finisca, un villaggio, una città, per un terremoto o una guerra. Qualcuno sopravvive e ricostruisce.

-Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai di dove viene e dove va: così è di chiunque è nato dallo Spirito-: sono parole di Gesù, che contengono tutta la storia religiosa.

In zumero: U.en.tu huh hi.a , e ne senti la voce[12], del vento En lil, e non sai di dove viene lo Spirito e dove va: così è per coloro che restano turbati dallo Spirito: non sanno più la fonte della loro spinta né dove andranno a finire. Ma vanno, come vado io, violentemente spinto a fare non so più a far cosa. So che è bene fare e ne sono felice[13].

 

 


[1] Halloran : 194.

[2]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 196.

[3]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 135.

[4] John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006: 196.

[5]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 196.

[6]John Alan Halloran, Sumerian lexicon, Los Angeles, Logogram Publishing, 2006 : 196.

[7] Halloran : 16-17.

[8] Halloran : 17.

[9] Halloran: 34.

[10] Halloran: 32.

[11] Halloran: 34.

[12] U.u.ki.e: U. U (cf., mana, man –partner-) ki.e3 exit (‘place’ + ‘to go out’).Halloran: 138. Uo, dunque, da uu, è il partner che sente la voce. Ki.e è l’emissione della voce. Il lemma contiene il dialogo!

[13] http://www.agoramagazine.it/index.php?option=com_k2&view=item&id=24715:la-galassia-europa-col-buco-nero-in-centro&Itemid=492

 

Read 569 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1479 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa