ANNO XIV Agosto 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 05 Giugno 2018 12:58

Sull’assoluzione dei poliziotti sul caso Alina, interviene il Sindacato Autonomo di polizia

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Caso Alina, poliziotti assolti. Paoloni (Sap): «Processi veloci per le forze dell’ordine per ridurre i costi e per una piena legittimazione dell’istituzione»

 

Il caso della trentaduenne ucraina Alina Bonar Diaciuk, che nell’aprile del 2012 si è suicidata con un cordino della felpa in una camera di sicurezza del commissariato di Opicina, si è concluso dopo sei anni, con l’assoluzione dei nove poliziotti, con la formula ‘il fatto non sussiste’.

«Per ben sei anni i colleghi sono stati disumanizzati sotto il macigno della gogna mediatica, con carriere bloccate e spese legali anticipate – commenta Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap) – bloccare poliziotti per sei anni, è uno spreco assurdo e non fa bene alla sicurezza. Gli operatori di Polizia hanno bisogno di processi rapidi gestiti dal procuratore generale. Questa – conclude Paoloni – sarà la nostra proposta, non per essere privilegiati rispetto ai cittadini ma, per ridurre considerevolmente i costi e soprattutto per una piena legittimazione dell’istituzione nel proprio lavoro».

Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 716 times Last modified on Martedì, 05 Giugno 2018 13:45

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1219 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa