ANNO XII  Luglio 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Lunedì, 09 Luglio 2018 11:14

Migranti: Di Maio, cambiare le regole d'ingaggio della missione Ue

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il vicepremier interviene dopo la polemica fra Salvini e il ministero della Difesa sullo stop agli sbarchi delle navi internazionali

"Finchè la missione Eunavformed rimane in piedi, gli unici porti sono quelli italiani ma l'obiettivo nostro è cambiare le regole di ingaggio della missione". Lo afferma il vice premier Luigi Di Maio a Radio1 sulla polemica fra il ministro dell'interno e della difesa in merito alle dichiarazioni di Salvini sullo stop all'approdo in Italia alle navi internazionali che trasportano migranti.

"Mi ricordo che un anno fa sono stato a parlare con Frontex e mi spiegarono che il governo Renzi diede la disponibilità di portare i migranti nei porti in cambio di punti di flessibilità usati per il bonus degli 80 euro - aggiunge Di Maio - Noi chiederemo flessibilità senza barattarla in cambio dell'apertura dei porti".

Di Maio sottolinea quindi che, a livello europeo, "deve cambiare la musica. Sull'immigrazione queste navi devono portare i migranti in tutti i porti. Se c'è bisogno di flessibilità (di bilancio ndr) non la baratteremo con l'apertura dei nostri porti ma la chiederemo perchè è un diritto dell'Italia come quella degli altri paesi europei". Per il vicepremier "anche la Germania sta iniziando a cambiare linea sull'immigrazione, il problema è arrivato fin nel cuore dell'Europa. Vale per l'immigrazione e per l'austerity. Sono rimasti in pochissimi a dire che va tutto bene nell'Unione Europea. E mentre gli altri stanno precipitando nel consenso come quello di Macron, il governo italiano è il più forte con un consenso altissimo".

Renzi, su flessibilità e immigrazione Di Maio e Toninelli mentono. "Due ministri del Governo italiano, Di Maio e Toninelli, continuano a mentire anche oggi a proposito di flessibilità europea e immigrazione - scrive Matteo Renzi su Facebook -.  Quei due o sono bugiardi o sono ignoranti, nel senso che ignorano i fatti. E mi spiace dirlo, trattandosi di membri del Governo del nostro Paese. Basta però ricordare la realtà. La flessibilità - annunciata a Strasburgo il 13 gennaio 2015 - era parte integrante dell'accordo per eleggere Juncker. Non c'entra nulla con le politiche migratorie. Nulla. Era un accordo politico di risposta all'austerità del Fiscal Compact. Sono due dossier politici diversi". Renzi invece rivendica il salvataggio di vite umane in mare: "è un punto di onore e di dignità".

Di Maio ha parlato quindi del decreto dignità: "Il Parlamento deve avere la possibilità di discutere il decreto e di migliorarlo, credo non ci sia bisogno della fiducia ma, lo dico da capo politico del M5s, non arretreremo sulle norme. Migliorare significa aggiungere e non annacquare". Sì quindi a emendamenti per "eliminare qualche altra scartoffia burocratica per le imprese o aumentare le pene per le aziende che delocalizzano".

Il capo politico del M5s ha smentito infine contrasti, riportati dalla stampa, con il fondatore del movimento Beppe Grillo, negando che siano vere le critiche dell'ex comico alle sue posizioni, troppo appiattite su quelle della Lega : "Ho sentito Beppe Grillo durante tutta la formazione del governo e mi fa sempre piacere avere consigli da lui"

 

Sei arrivato fin qui Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Agoramagazine.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente. Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi di agoramagazine.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo. Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino al giorno. Sostieni Agorà Magazine I nostri siti non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 348 times

Le Vignette di Paolo Piccione

Perchè??? “Ma che davero davero…”

 

Utenti Online

Abbiamo 1491 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« July 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31