ANNO XII  Dicembre 2018.  Direttore Umberto Calabrese

Domenica, 02 Dicembre 2018 09:02

La dipendenza da Fortnite sta diventando un problema serio

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Bloomberg racconta storie di ragazzini che sono diventati dipendenti dal gioco, con danni per se stessi e per le tasche dei loro genitori, spesso inconsapevoli

 giocopc

L’Organizzazione mondiale della sanitá a giugno, per la prima volta, ha riconosciuto la “dipendenza dai videogame” come una malattia. Probabilmente solo a giugno perché la situazione con l’avvento di tecnologie sempre più avvincenti va sempre peggiorando. Non è un disturbo nuovo, infatti, come spiega un articolo di Bloomberg, giá dai tempi dell’Atari, bisnonna in pratica delle attuali console, si registrarono i primi casi di dipendenze.

Ora però tutto si sta evolvendo con una velocitá che ha costretto gli esperti a dover affrontare di petto un problema che investe una quantitá infinita di persone, un problema che ha, soprattutto, un nome: Fortnite. Al momento il videogame registra 200 milioni di utenze.

Bloomberg racconta, per esempio, la storia di Carson, 17 anni e più di 12 ore al giorno passate davanti ad uno schermo tentando di restare l’ultimo in piedi contro gli altri 99 concorrenti della partita; “Avevamo fatto qualche progresso nel convincerlo a ridurre le sue ore di Fortnite e dormire meglio, ma è tornato alle sue vecchie abitudini”, dichiarano disperati i genitori. “Non ho mai visto un gioco che abbia un tale controllo sulle menti dei bambini”, è vero, lo conferma Lorrine Marer , una specialista comportamentale britannica che lavora con i bambini che combattono la dipendenza da gioco. “Una volta che sei agganciato a questo gioco, è difficile smettere ”.

Read 496 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1243 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa