ANNO XIII Novembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 08 Ottobre 2019 03:01

Taranto - Al Palamazzola è attivo il Centro di incontro Alzheimer Più, da ieri, inaugurato

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Inaugurato! Alla fine che cos’è un centro di incontro Alzheimer? Non è un presidio sanitario, che spaventa chi ha problematiche, anche perché medici e infermieri, spesso indaffarati non creano familiarità, quel toccasana che serve.

Eh sì la famiglia! Quella toccata dalla scoperta di un malsano ospite che sbanca le previsioni: “Lui aveva un amore per i libri, pensava - ora che smetto di fare l’avvocato mi godo la pensione con la lettura -”.

Chi mi dice queste cose è la moglie che racconta con la lucidità disarmante, del partner che resta a parlare mentre l’altro è assente. Il dramma del caregiver. “Meglio qui che sta insieme agli altri, risponde, mangia, a casa si chiude nel silenzio”.

Pomeriggi in compagnia, il lunedì e il mercoledì per stare insieme, parlare, fare attività con la psicologa, con i volontari, ricreando quell’ambiente di casa un po’ allargata, con quell’ingrediente che Letizia, con voce apparentemente incerta, chiama “amore”.

Abbiamo visto sabato 28 settembre scorso, nel convegno organizzato da Falantrhra, le esperienze in Italia dei centri di incontro, quelli che occupano la prima fase della malattia, la forma lieve, proprio quella che ha spaventato la famiglia e che nel percorso insieme si rassicura un po’, allenta tensioni una fase che serve al familiare per socializzare, sentirsi in rete, attraversare il percorso con la persona affianco che resta sua moglie, suo padre o suo marito.

Ne abbiamo parlato con enfasi, chiamando questo come ‘primo centro’ in città, in quel connubio formidabile tra un’associazione, UISP che gestisce in convenzione il Palamazzola e Falanthra ODV, con la regia del Comune, nel cuore della città, servita da pullman di linea, facilmente raggiungibile da ogni parte.

Un vero salto di qualità di Alzheimer Più, ieri Cesare e Daniela, come vengono chiamati da tutti, erano entusiasti per questo risultato che premia anni di dedizione al tema. Noi siamo stati testimoni del percorso accanto a loro, ai Pasquale, alle Anne, ai Marco, ai caregiver in questa marcia fatata, quasi un viaggio benefico e rigenerante, affamato di un futuro senza paura. Ad maiorem!!

Read 274 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1204 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa