ANNO XIII Dicembre 2019.  Direttore Umberto Calabrese

Martedì, 12 Novembre 2019 19:01

ArcelorMittal di Taranto, alta tensione Conte-Lezzi su scudo penale

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Alta tensione, a quanto apprende l'Adnkronos, tra il premier Giuseppe Conte e la senatrice pugliese Barbara Lezzi, in mattinata a Palazzo Chigi durante la riunione sull'ex Ilva alla quale hanno preso parte i ministri Luigi Di Maio, Stefano Patuanelli e Federico D'Incà e i parlamentari tarantini del M5S. Presente, appunto, anche Lezzi: seppur leccese infatti, la senatrice si è intestata nelle settimane scorse la battaglia parlamentare che ha portato alla cancellazione dello scudo penale nel dl imprese, tra le motivazioni in seguito addotte da ArcelorMittal per recedere dal contratto sull'ex Ilva.

 

Durante la riunione, il presidente del Consiglio ha tentato di ragionare sulla possibilità di reinserire lo scudo penale, "così da togliere ogni alibi - avrebbe spiegato il premier ai presenti - ad ArcelorMittal, anche in vista della battaglia legale che ci attende". Ma Lezzi, già ministra nel primo governo Conte, sarebbe stata fermissima sul punto: "non lo voterò mai, puoi scordartelo". Lo scontro viene descritto come molto duro. Tanto da indurre il premier a chiedere a Lezzi come faccia a non capire le ragioni dietro le quali si muove il governo, pronto a battere ogni strada pur di risolvere la situazione di Taranto.

Le distanze sullo scudo penale sono state registrate anche nel corso della riunione di ieri tra i deputati M5S, con Nunzio Angiola, da un lato, che ha spiegato ai colleghi la sua posizione favorevole allo scudo, e altri colleghi pronti a far valere le loro ragioni, decisamente contrarie. In particolare, a scagliarsi contro Angiola sarebbero stati Giovanni Vianello e Gianpaolo Cassese.

M5S - "Le odierne ricostruzioni da parte di alcuni organi di stampa circa una rivolta dei parlamentari pugliesi del MoVimento 5 Stelle contro il presidente Conte è priva di fondamento. La riunione tenuta oggi a Palazzo Chigi, alla quale ha partecipato solo una ristretta delegazione di portavoce, e non tutti i parlamentari pugliesi, era stata richiesta dai parlamentari stessi al fine di avere un momento di confronto. La riunione è stata caratterizzata da una dialettica costruttiva, su un tema di rilevanza nazionale come quello dell'ex Ilva. Nessuno ha posto aut aut né si è arrivati ai ferri corti, come da più parti riportato. Infine, precisiamo che tra i portavoce pugliesi che non hanno preso parte all'incontro la mancata partecipazione non ha dato luogo a malumori. L'obiettivo comune è quello di dare tutti una mano per trovare una soluzione che tuteli l'occupazione e la salute dei cittadini di Taranto. Per noi è giusto aspettare l'esito del ricorso dei commissari". Lo dichiarano in una nota congiunta i capigruppo della Camera e del Senato del Movimento 5 Stelle Francesco Silvestri e Gianluca Perilli.

ARCELOR MITTAL - Intanto, è stato depositato l’atto di citazione che ArcelorMittal ha indirizzato ai commissari straordinari e con cui si chiede di recedere dal contratto di affitto dell'ex Ilva. A questo punto la causa verrà iscritta a ruolo, trasmessa alla sezione specializzata imprese del tribunale di Milano che poi l'assegnerà al giudice. Solo allora il titolare del fascicolo provvederà a fissare la prima udienza della causa. In particolare ArcelorMittal chiede in via principale di "accertare e dichiarare l’efficacia del diritto di recesso" e in subordine di dichiarare che lo stesso "si è risolto per sopravvenuta impossibilità" essendo venuto meno un requisito essenziale del contratto stesso. Adnkronos

Read 220 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1241 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa

Calendario

« December 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31