ANNO XIV Ottobre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Mercoledì, 27 Novembre 2019 14:48

Il senatore Pier Ferdinando Casini incontrerà oggi gli italiani del Venezuela nel CIV di Caracas, in Venezuela Delegazione parlamentare della Spagna insultata in Parlamento dai deputati di Maduro

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il Senatore Pier Ferdinando Casini è arrivato ieri sera a Caracas, alle 18,41 ricevo un messaggio “arrivati adesso” oggi Mercoledì 27 alle 18:00, il Centro Italo Venezolano (CIV) di Caracas riceverà il senatore Pier Ferdinando Casini, presidente Ad Honorem dell'Unione interparlamentare e politico di grande esperienza in Europa, che visiterà il Venezuela e terrà incontri con la nostra comunità italiana del Venezuela. Giunto a Caracas Casini ha subito incontrato per mostrare il suo sostegno a Juan Guaidó.

L'appuntamento sarà al Salone Italia del CIV. Sarà accompagnato dal capomissione, dott. Plácido Vigo e da altri rappresentanti del governo italiano accreditati nel paese.

Per il giorno 29 novembre, si prevede di ripetere l'incontro ma con la comunità dello Stato Zulia.

L'attività si svolgerà dalle 12:00 a mezzogiorno nella sala Leonardo Da Vinci dell'istituzione Marabine.

La delegazione parlamentare di Spagna è arrivata ieri martedì 26 novembre, in Venezuela con l'intenzione di tenere un incontro con l'Assemblea nazionale.

La delegazione italiana sarà rappresentata dal senatore Pier Ferdinando Casini.

Questo incontro è stato sospeso due volte. Questo fatto ratifica il sostegno di entrambi i paesi al parlamento nazionale e a Juan Guaidó, presidente ad interim del Venezuela.

La delegazione della Spagna composta da: il senatore Javier Maroto e i deputati José Ignacio Ecaniz, Valentina Martínez e Belén Hoyo, ieri si è recata in Parlamento del Venezuela, dove sono stati insultati e beffeggiati dai deputati chavisti di Maduro

Erano piu’ di tre anni che per ordine del “Presidente” Maduro , i deputati governativi non mettevano piu’ piede dentro il parlamento venezuelano. Lo hanno fatto in questa occasione solo per insultare e sbeffeggiare la delegazione di parlamentari europei in visita nel paese sud-americano.

“Fascisti! Merde!” Sono solo alcuni dei signorili epiteti che i parlamentari si sono sentitirivolgere.

I deputati “rivoluzionari” hanno insultato, tra gli altri, quattro politici spagnoli che erano nell’Assemblea nazionale del Venezuela
invitati da Juan Guaidó al Primo incontro perla libertà e la democrazia, con il parlamento democratico.

Andate al diavolo, parlamentari! Vai alla merda Spagna”.

Se ci fossero stati dei dubbi sulla reale situazione della democrazia in Venezuela si puo’ ragionevolmente pensare che siano stati fugati.

Javier Maroto PP spagnolo: abbiamo assistito alla violazione della libertà democratica in Venezuela

Questo Martedì 26 novembre” ha iniziato il portavoce spagnolo Javier Maroto ha dichiarato che i parlamentari hanno assistito alla violazione della libertà democratica nel parlamento venezuelano. “Abbiamo assistito alla violazione della libertà democratica. Non c'è errore peggiore di quello che Chavismo ha fatto oggi ", ha detto durante una conferenza stampa.

"Oggi Chavismo ha lanciato una pietra contro il proprio tetto perché in questa Assemblea oggi siamo stati in grado di verificare in prima persona che il Venezuela è soggetto a una dittatura", ha detto.

Ha sottolineato che "L'unica conseguenza che è già abbastanza seria è che da ora in poi abbiamo assistito a un fatto che va contro la libertà e l'espressione della normalità democratica di un parlamento".

Ha sottolineato che la sua "lotta per la libertà in Venezuela non è da ora, ma è arrivata da molto tempo. Ora saremo coerenti con la difesa dei valori del Paese ".

“Siamo un'altra voce nella difesa del libero Venezuela, che la stragrande maggioranza del popolo venezuelano sostiene. Questo paese merita solo il meglio del mondo, ha aggiunto il portavoce del Partito popolare al Senato spagnolo.

Read 693 times Last modified on Mercoledì, 27 Novembre 2019 15:02

Utenti Online

Abbiamo 1279 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine