ANNO XIV Novembre 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Venerdì, 17 Gennaio 2020 15:59

Riparte carovana migranti verso gli Usa Donne e bambini dall'Honduras in Guatemala, dopo mesi di pausa

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Centinaia di migranti provenienti da San Pedro Sula in Honduras, sono entrati in carovana la notte scorsa in Guatemala, in un "viaggio della speranza" che, attraverso il Messico, dovrebbe portarli alla frontiera con gli Stati Uniti, facendo così ripartire le carovane dal Centroamerica, dopo una pausa diurata alcuni mesi in seguito al braccio di ferro fra Usa e Messico.


Si tratta, scrive il quotidiano El Pais di Tegucigalpa, di almeno 400 uomini, donne e bambini, che in un primo momento sono stati bloccati dalla polizia alla frontiera di Corinto, ma che poi sono riusciti a un certo punto a valicare il confine entrando a forza in territorio guatemalteco.
Questo gruppo è l'avanguardia di un contingente di circa 1.000 migranti che si erano raccolti martedì nella zona del terminal degli autobus di San Pedro Sula. La restante parte deve raggiungere la frontiera honduregno-guatemalteca in giornata.

 © EPA

Oltre un migliaio di persone si sono concentrate a San Padro Sula, in Honduras, con il proposito di mettersi in cammino in una carovana di migranti diretta verso gli Usa, attraverso Guatemala e Messico. Lo riferisce il quotidiano El Heraldo di Tegucigalpa che pubblica una serie di foto scattate ieri sera alla stazione degli autobus 'Gran Central Metropolitana' della città guatemalteca, che mostrano uomini, donne e bambini che aspettano di mettersi in cammino oggi con pacchi e zaini contenenti generi di prima necessità. Uno degli organizzatori della carovana, l'ex deputato di opposizione e difensore dei diritti umani Bartolo Fuentes, ha dichiarato alla stampa che la partenza verso la frontiera guatemalteca avverrà dopo l'arrivo di altri migranti da Città del Guatemala. Da parte sua La Prensa ricorda che oltre 20.000 hanno tentato di abbandonare il Paese negli ultimi 15 mesi, aggiungendo che la maggioranza di essi sono stati riportati a forza indietro o sono ritornati volontariamente

Read 421 times

Utenti Online

Abbiamo 1142 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine