ANNO XIV Maggio 2020.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 08 Febbraio 2020 15:21

S.p. 109 Pulsano - San Giorgio - Di Lena scrive ancora alla Provincia di Taranto per chiedere interventi sulla segnaletica verticale

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Il consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena scrive nuovamente alla Provincia di Taranto per chiedere interventi sulla segnaletica verticale sulla S.p. 109 Pulsano - San Giorgio.

Le problematiche della segnaletica stradale sulla S.p. 109 Pulsano - San Giorgio sono da tempo oggetto di interventi e richieste da parte del consigliere comunale di Pulsano Angelo Di Lena.

È lui stesso a spiegare i motivi:

"Il 2 Agosto 2019 avevo chiesto con apposita pec al comune di Faggiano , alla Provincia, alla Prefettura e per conoscenza alla Polizia stradale di provvedere alla rimozione di cartelli stradali verticali non più rispondenti alla effettiva presenza, a seguito di dismissione, dell autovelox sito sulla strada provinciale 109 Pulsano - San Giorgio, in agro di Faggiano che di fatto crea un pericolo alla circolazione stradale.

Ed in effetti così è stato essendosi verificato un incidente proprio in quel punto qualche giorno fa.

Per questi motivi ho deciso di scrivere nuovamente alla provincia per chiedere il ripristino dello stato dei luoghi ante installazione autovelox.

Tutto ciò per seguire le leggi e non confondere gli automobilisti.

Una segnaletica fuorviante può di fatto causare incidenti stradali pericolosi.

Tra le altre cose mercoledì 5 Febbraio 2020 una indicazione della autovelox per il sinistro è andata distrutta e rischia di andare a finire con il vento forte sulle auto e moto in circolazione.

Le risposte, malgrado reiterata insistenza tardano ad arrivare ed intanto i segnali della autovelox dismesso rappresentano un pericolo per la circolazione".

Read 327 times

Le Vignette di Paolo Piccione

…questo non è amore 2018”… e Pinocchio

 

Utenti Online

Abbiamo 1219 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine

 

Agorà Magazine aderisce all'appello #iostoconvanessa