ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Giovedì, 31 Agosto 2023 08:03

Strage di operai a Torino, cinque uccisi da un treno sui binari

Written by 
Rate this item
(0 votes)
i binari in una stazione ferroviaria italiana i binari in una stazione ferroviaria italiana

Le vittime lavoravano per la ditta Sigifer di Borgo Vercelli. Altri due operai, fra cui il caposquadra, sono riusciti a mettersi in salvo. Il treno viaggiava a 160 km orari. 

Tragedia nella notte alla stazione di Brandizzo, vicino a Torino, dove un treno regionale ha travolto e ucciso cinque operai al lavoro sulla ferrovia. Il più giovane tra i deceduti, Kevin Laganà, aveva 22 anni ed era originario di Vercelli.

Insieme a lui hanno perso la vita Michael Zanera, 34 anni, di Vercelli; Giuseppe Sorvillo, 43 anni, nato a Capua ma residente a Brandizzo; Giuseppe Saverio Lombardo, nato a Marsala e residente a Vercelli; Giuseppe Aversa, 49 anni, di Chivasso.

Le vittime lavoravano per la ditta Sigifer che ha sede a Borgo Vercelli, e opera nel settore dell'armamento ferroviario dal 1993 ed è una delle imprese leader nel settore di costruzione e manutenzione impianti ferroviari.

Altri due operai, fra cui il caposquadra, sono riusciti a mettersi in salvo, ma sono comunque finiti in ospedale a causa del grande spavento. 

La circolazione ferroviaria risulta sospesa sulla linea regionale, ma non sull'alta velocità. 

Secondo quanto emerso fino a ora sulla dinamica dell'incidente avvenuto stanotte sulla linea ferroviaria Torino-Milano, il treno che ha investito e ucciso gli operai viaggiava a 160 km orari e non ha lasciato scampo alle vittime, trascinate per centinaia di metri.

Rfi esprime profondo dolore di fronte a quanto accaduto e porge il proprio cordoglio e la vicinanza ai familiari degli operai deceduti”, afferma in una nota Rfi dopo l’incidente avvenuto stanotte a Brandizzo.

La dinamica di quanto accaduto è al vaglio delle autorità competenti e di Rete Ferroviaria Italiana.

Un collega del 118 mi ha detto di aver visto una scena da brividi, con frammenti umani nell’arco di 300 metri. É una tragedia enorme”. Così il sindaco di Brandizzo, Paolo Bodoni, che di mestiere fa il medico, dopo l’incidente avvenuto stanotte sulla linea ferroviaria Torino- Milano, dove una motrice addetta alla movimentazione dei vagoni ha investito e ucciso cinque operai di una ditta appaltatrice esterna.

Uno dei sue sopravvissuti dovrebbe essere il caposquadra”, aggiunge il sindaco, che poi aggiunge: “Non é da escludere che possa essersi trattato di un errore di comunicazione, in ogni caso servirà attendere l’esito delle indagini. Al momento non si conosce l’identità delle vittime, ma non si tratta di nostri concittadini”.

Read 413 times

Utenti Online

Abbiamo 757 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine