ANNO XVIII Febbraio 2024.  Direttore Umberto Calabrese

Sabato, 20 Agosto 2016 00:00

La perdonanza prende il Volo

Written by 
Rate this item
(0 votes)

L’Aquila - "La perdonanza prende il Volo" è un'iniziativa di tre aziende aquilane leader nei settori strategici della comunicazione e delle nuove tecnologie.

Abruzzo24ore, prima web-tv nata in Abruzzo ma con un panorama comunicazionale che và ben oltre i confini regionali. EADRONE impresa aquilana, unica in Italia a proggettare e costruire droni per uso professionale. Capital Comunication, azienda specializzata nei diversi settori della comunicazione, nuova nel panorama regionale, ma forte dell'esperienza consolidata e pluriennale dei professionisti che la compongono.

L'idea alla base di questa associazione di professionalità, tutte aquilane, è quella di mostrare da una prospettiva diversa l'evento Perdonanza Celestiniana che nel corteo della bolla trova la sua massima rappresentazione. Le riprese aeree realizzata dai droni della EADRONE, la trasmissione live streaming sul canale You Tube, garantita da Capital Communication, la diffusione dell'evento a cura dalla web-tv www.abruzzo24ore.tv, sono i punti qualificanti di una realizzazione di sicuro successo.

La Perdonanza Celestiniana è un evento storico-religioso che si tiene annualmente all'Aquila e che ha il suo apice con l'apertura della Porta Santa il 28 agosto.

Il nome deriva dalla Bolla pontificia che papa Celestino V emanò nel 1294 e con cui concesse l'indulgenza plenaria a chiunque, confessato e comunicato, fosse entrato nella basilica di Santa Maria di Collemaggio dai vespri del 28 agosto a quelli del 29. L'evento, che nel 2016 celebra la sua 722ª edizione, è dunque precursore del Giubileo istituito da papa Bonifacio VIII nel 1300 ed è stato nel tempo accompagnato da numerose altre manifestazioni, di carattere civico e storico, che si svolgono durante tutta l'ultima settimana di agosto.

Nel 2011 la ricorrenza è stata riconosciuta Patrimonio d'Italia per la tradizione ed è stata avanzata la richiesta per il suo inserimento nella lista dei Patrimoni orali e immateriali dell'umanità patrocinata dall'Unesc

La Perdonanza fra luci e ombre è arrivata oggi ad essere un evento storico-religioso una festa popolare

Con il passare dei secoli l'evento piombò tuttavia nel disinteresse generale tanto che nella seconda metà del XX secolo la cerimonia detta della Perdonanza, termine moderno derivante da un medievalismo di Gabriele d'Annunzio, era ormai limitata alla funzione religiosa e a poco altro. Solo tra gli anni settanta ed ottanta vi fu una rivitalizzazione della figura di Celestino V e del carattere universale della sua Bolla del Perdono.

Nel 1983, l'allora sindaco democristiano Tullio De Rubeis decise di rilanciare la cerimonia: parallelamente alle manifestazioni religiose fu ripristinato il corteo storico (il Corteo della Bolla) per portare il documento dal Palazzo Margherita (dove era stato trasferito dalla vecchia sede del Forte spagnolo) fino alla basilica di Santa Maria di Collemaggio immediatamente prima dell'apertura della Porta Santa. L'artista Remo Brindisi fu incaricato di progettare la nuova teca a forma di aquila con cui viene portata la bolla. Grazie alla collaborazione di storici ed artisti aquilani furono inoltre messe in atto numerose altre manifestazioni di carattere civico e sociale che sono andate ad occupare l'intera settimana precedente il rito religioso accentuando il doppio carattere secolare e religioso della festa.

Sostieni il tuo quotidiano Agorà Magazine I nostri quotidiani non hanno finanziamento pubblico. Grazie Spazio Agorà Editore

Sostengo Agorà Magazine
Read 1077 times Last modified on Sabato, 20 Agosto 2016 09:48

Utenti Online

Abbiamo 735 visitatori e nessun utente online

La tua pubblicità su Agorà Magazine